martedì 16 maggio 2017

#ℓettureinpiℓℓoℓe ▸ "30 giorni di notte" di Steve Niles e Ben Templesmith

BUONDÌ amici lettori e amiche lettrici, buon martedì! Stamattina, mentre stavo facendo colazione, mi sono resa conto (epifania) della quantità spropositata sia dei libri che ho in lettura al momento sia di quelli già letti di cui devo ancora parlarvi. In sostanza, navigo in alto mare. SOS. Siccome mi piace fare programmi che alla fine non rispetto mai ho deciso, anche questa volta, di voler portare a termine almeno un paio di letture entro la fine del mese. Riuscirà la nostra eroina nel nobile intento? Nel frattempo ho fatto nuovamente danni in libreria (date un'occhiata all'ultima foto di IG). Ora però torniamo all'intento originario del post, parlarvi della mia ultima lettura: 30 GIORNI DI NOTTE di STEVE NILES  e BEN TEMPLESMITH (ed. Magic Press).

ℓettureinpiℓℓoℓe


📎📎📎

Dopo aver scoperto della sua esistenza (avevo visto e apprezzato il quasi omonimo film ,che ne è la trasposizione su piccolo schermo, qualche annetto fa, completamente all'oscuro dell'esistenza di questa trilogia a fumetti) ho desiderato 30 giorni di notte con tutta me stessa per mesi fino a che, una settimana fa, sono riuscita ad ordinarlo online, sfruttando lo sconto del 15 % , dal momento che si tratta di un volume abbastanza costoso (25 non mi sembrano pochi anche se, vi assicuro, le tavole, veri pezzi d'arte, li valgono tutti). Ciò che posso dirvi della trama, senza fare troppi spoiler, è che la storia è in parte ambientata nell'estrema punta nord degli Stati Uniti, a Barrow in Alaska, dove per 30 giorni l'anno la città rimane completamente al buio. I protagonisti principali, almeno per quanto riguarda il primo episodio, sono i coniugi Olemaun, Eben e Stella, unico corpo di polizia della cittadina, che quest'anno si trova a dover fronteggiare un'insolita ondata di criminalità. Cominciano a verificarsi strani e inquietanti fenomeni, i telefoni satellitari degli abitanti di Barrow vengono ridotti in cenere e i generatori mandati in black out. Per di più, strani e loschi figuri cominciano ad aggirarsi per le strade innevate generando terrore e scompiglio. Si tratta di una storia marcatamente horror, suddivisa in tre capitoli: -30 GIORNI DI NOTTE, -GIORNI OSCURI e -RITORNO A BARROW. Vi dirò, con tutte le aspettative che avevo in merito, non si è di certo rivelata una lettura entusiasmante. Ammetto di essere rimasta un po' delusa dalla troppa semplicità dell'intreccio. Si tratta infatti di una storia abbastanza scontata la cui forza, a parer mio, è rappresentata più dalle tavole meravigliose e inquietanti che dai personaggi stessi, abbastanza piattini e prevedibili in quasi tutti i volumi tranne che nel terzo dove iniziano ad assumere più spessore. Il disegnatore però ha fatto un lavoro magnifico. La forza espressiva delle tavole è lampante. Ti colpisce in faccia con la forza di un pugno. Dove il sonoro non esiste ci pensano i disegni a farti sentire l'orrore e la paura dei protagonisti (le grida di terrore) nel trovarsi di fronte a creature senza pietà come i vampiri e decisi a maciullarli tutti. Una caratteristica che ho apprezzato tanto dei disegni è il modo in cui vengono resi i volti, mai troppo definiti, immersi nell'oscurità, un po' come ci appaiono i protagonisti dei nostri incubi peggiori. Nel secondo capitolo ho trovato alcuni sviluppi più "irreali" del "normale", Stella si dimostra troppo volubile e pronta a cambiare idea ,senza presupposti solidi per farlo. Tutto sommato, è un trittico di fumetti con qualche piccola falla nella narrazione ma che vi consiglio comunque di recuperare, soprattutto a coloro fra di voi che sanno farsi trasportare dalle atmosfere intessute dalle tavole e dai colori più che da quelle create dalle nuvolette e dalle parole.
★★

Che ne dite? Avete letto la trilogia?
UN BACIO

Nessun commento:

Posta un commento

Non essere timido/a...se ne hai voglia, dimmi cosa ne pensi :)