martedì 14 novembre 2017

ℒucca Comics & Games + Pisa ℬook ℱ estival ● 2017

BUONDÌ amici lettori e amiche lettrici, buon martedì ! È stata una settimana intensissima quella appena trascorsa. Fra fiere del fumetto, test e fiere del libro c'è mancato tanto così 👌 dall'accopparmi da sola. Se mi seguite su IG vi ho già parlato un po' di entrambe le esperienze ma ci tenevo a raccontarvi qualcosa anche qui sul blog.

ℒucca Comics & Games


Sono stata a Lucca l'ultimo giorno di fiera, il 5 novembre, il giorno del diluvio universale. Grazie a questa "magnifica esperienza" posso affermare senza ombra di dubbio che gli zaini Kanken sono super impermeabili💦, perchè ,appena arrivata, il mio povero bimbo ha fatto un volo di mezzo metro ed è finito dentro una mega pozzanghera senza mollare l'intero contenuto 💪. Vista la pioggia a catinelle ho fatto tappa fissa al Padiglione Napoleone per gran parte della mattinata. Allo STAND ITALY COMICS ho trovato (a sorpresa) il fumetto di WYNONNA EARP. RITORNO A CASA , che ho già letto e di cui vi parlerò presto. Allo STAND BAO PUBLISHING (che aveva una scenografia pazzesca!) ho recuperato SAGA. VOLUME 2. Il bello però è arrivato allo STAND TUNUÉ quando ho recuperato NOTTETEMPO. Era presente anche l'autore, LUCA RUSSO, che ha gentilmente sketchato la copia appena acquistata. Da quel momento in poi il mio cervello è antato in tilt e, a parte LA CASA di PACO ROCA, non ho più acquistato niente. Purtroppo, causa pioggia, mi sono persa tutta la parte dedicata a Stranger Things 😔 Ho però acquistato il mio primo Funko Pop!
è bellissimo! 😍
È stata proprio una bella giornata, caotica ma molto emozionante.

●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●

Pisa ℬook ℱ estival


Ho visitato questa meravigliosa fiera della piccola e media editoria, tutta toscana, domenica, insieme a mia nonna, come faccio ogni anno 😊. Non avevo programmato niente di particolare se non passare a dare un'occhiata allo STAND DELRAI, per la prima volta a Pisa. Mia nonna, la donna con il portafoglio più veloce del West, ha deciso di farmi un regalone e prendermi i primi tre volumi della Rya Series di BARBARA BOLZAN (FRACTURE, SACRIFICE, DECEPTION). Allo STAND LA VITA FELICE ho recuperato due chicchine deliziose: ANGELINE O LA CASA DEGLI SPETTRI e METAMORFOSI E ALTRE STORIE GOTICHE. Infine, sono riuscita a scovare anche un fumetto molto carino (già letto) allo STAND LA CORTE EDITORE, QUESTA È LA MIA CITTÀ. Quando si parla di virus mortali e ambientazioni apocalittiche mi illumino 😍.

Che ne dite? Avete mai partecipato a queste due bellissime manifestazioni?
UN ABBRACCIO

lunedì 13 novembre 2017

ℓetturedeℓmese di ● a g o s t o 🍒

BUONDÌ amici lettori e amiche lettrici, buon lunedì! Siamo già con un piede nell'inverno e, lo ammetto, mi vergogno un po' a parlarvi adesso delle letture del mese di agosto ma sono rimasta tristemente indietro. Che novità! Bando alle ciance, durante il mese di agosto ho letto 2 fumetti e 2 libri.Un buon traguardo considerato che è stato un mese caldissimo 🔥e io con il caldo non carburo bene.

ℓetturedeℓmese


🍒 FINCHÈ ZOMBIE NON CI SEPARI di JESSE PETERSEN (#MultiplayerEdizioni). Avevo lasciato la lettura di questo libro a metà da un paio di anni e quest'estate, complice una domenica al mare, ho deciso di riprenderne in mano la situescion. È il primo libro della trilogia #LIVINGWITHTHEDEAD , serie che mescola l'horror a base di cervelli marci con l'ironia tipica della commedia divertente. Protagonisti sono due coniugi in crisi matrimoniale, Sarah e David, che, fra un battibecco e l'altro, scoprono quanto possa essere terapeutica un'apocalisse zombie. Peccato non abbia funzionato alla stessa maniera anche per Rick e Lori 😜 L'aspetto originale della serie, che tutto sommato per ambientazione e evoluzione degli eventi non lo è affatto, è che ciascun capitolo è corredato da una sorta di consiglio motivazionale per reinsaldare il legame di coppia.

🍒 LA CONTEA DEI RUOTANTI di FRANCO BOMPREZZI (#IlPrato) appartiene al filone delle storie distopiche. L'azione si svolge nella Contea della Sacra Ruota, società distopica, fondata dopo la Rivoluzione dei Disabili, in cui i camminanti sono banditi e i pochi presenti "riabilitati".
Non ho amato particolarmente lo stile dell'autore, troppo asciutto, asettico, per i miei gusti, ma ne ho apprezzato moltissimo le tematiche. Prima fra tutte quella delle barriere architettoniche e psicologiche che esistono nella nostra società per quanto concerne la disabilità. Il valore della diversità, caratteristica assolutamente da non stigmatizzare ma valorizzare. Insomma, se sentite il bisogno di una lettura che faccia riflettere, La contea dei ruotanti fa decisamente al caso vostro.

🍒LA GENERAZIONE di FLAVIA BIONDI (#BaoPublishing) è un fumetto - brossurato, in bianco e nero- che parla di crescita personale e soprattutto del concetto di "famiglia", quel legame forte che unisce e ancora l'un l'altro i suoi membri, come le radici di un albero, ispessite dalle emozioni e dai ricordi condivisi di generazione in generazione. Flavia Biondi affronta le tematiche in una maniera veramente dolce e emozionante, specialmente sul finale, che ho trovato strappalacrime. Matteo ritorna a casa dopo tre anni trascorsi a Milano. Ancora più perso di quando è fuggito dal proprio paese per non affrontare il giudizio del "babbo". Quest'ambientazione toscana, che traspare anche dai dialoghi, da brava toscanina mi ha accalappiata, lo ammetto. Ed è stato bello seguire il percorso di crescita del protagonista, dal suo sentirsi un fascio di inutili atomi alla realizzazione delle proprie potenzialità. Certe volte bisogna tornare a casa per ritrovare la propria strada e capire quanto la famiglia sia la nostra forza.

Zia B dice che siamo tutte mele. Che le famiglie sono come un albero carico di frutta. E che quando siamo maturi, succede che ci stacchiamo e andiamo via.

🍒RUGHE di PACO ROCA (#Tunué) è un fumetto -cartonato, a colori-di una grazie e dolcezza uniche. Protagonista delle tavole è Emilio, affetto dal morbo di Alzheimer, che il figlio decide di inserire in una Residenza per anziani. Credo di poter affermare, senza ombra di dubbio, che non mi ero mai commossa tanto leggendo un fumetto prima di questo. Forse perchè quella delle RSA è una realtà che ho vissuto sulla mia stessa pelle e perchè in molte delle situazioni rappresentate ho avuto un senso fortissimo di déjà-vu, di situazioni già vissute. La corsa alle medicine, la ginnastica mattutina, le conversazioni sconnesse e sgangherate, i ricordi che, come fotografie, sfuggono alla memoria sempre più debole con il tempo che passa. L'impotenza dei familiari, i sensi di colpa, i piccoli momenti di gioia condivisi con gli ospiti e gli operatori. La tristezza delle ultime pagine è stata dura da digerire. Paco Roca è riuscito a rappresentare il decorso di una delle più brutte forme di demenza senile con un'efficacia che lascia a bocca aperta, con gli occhi pieni di lacrime e il cuore pesante. Solo una parola: leggetelo.

Voi che mi raccontate di bello? 
UN ABBRACCIO

lunedì 23 ottobre 2017

Cinque peℓℓicole ⚰ per la notte di ℋalloween

BUONDÌ amici lettori e amiche lettrici, è da un mese che non ci scriviamo!  Mi siete mancati, mi è mancato scrivere sul blog e sproloquiare di libri 📚 Stamattina, all'insegna del #mainagioia che per la gran parte ha carattarizzato questo mio 2017, il mio vetustissimo e-Reader della Sony ha tirato le cuoia. Spero di riuscire a rianimarlo presto ma...sigh, non ci conto tanto. Il tema del post di oggi è "orrorifico". Vorrei consigliarvi un paio di pellicole/serie tv perfette per questo periodo. Il mese di ottobre è uno dei miei preferiti. La natura cambia i suoi colori. La temperatura si abbassa, nell'aria si inizia a respirare il profumo delle castagne e dei funghi appena raccolti.

cinque peℓℓicole ⚰ per la notte di ℋalloween

🍁SLASHER è una serie tv canadese che potete trovare su NETFLIX. Se siete amanti dello splatter e gli sbudellamenti feroci non disturbano il vostro stomaco, questo telefilm fa decisamente per voi. La prima stagione (8 EPISODI) si intitola L'ESECUTORE e ruota intorno al personaggio di Sarah Bennett, giovane artista orfana di genitori, assassinati il giorno della sua nascita, la notte di Halloween, da un killer incappucciato. La furia omicida del killer, che uccide i peccatori dei sette peccati capitali, riprende misteriosamente ad infuriare, terrorizzando la cittadina, non appena la ragazza decide di tornare nella propria città natale per iniziare una nuova vita. La seconda stagione (8 EPISODI) invece si intitola GUILTY PARTY e ruota attorno al crudele omicidio di una ragazza. Ho appena iniziato a guardarla e credo proprio sarà la protagonista della mia maratona horror per la notte di Halloween.

🍁IT. Ho una domanda per voi, miei cari amici. Siete pronti a galleggiare? 🎈Finalmente, ieri sera, sono andata a vedere IT al cinema. Ero pronta a schizzare dalla poltrona, terrorizzata, e invece non ho trovato il film affatto spaventoso, semmai molto inquietante. C’è stata una sola scena a farmi sudare freddo. Senza fare spoiler, quella dello scantinato. Ecco, lì mi si sono rizzati tutti i peli delle braccia. La storia è ambientata a Derry (anni ‘80) , nel Maine, e vede come protagonisti un gruppetto di bambini (la banda dei “perdenti”) e la misteriosa entità di Pennywise, il clown ballerino. Stephen King ha affermato che l’arte di scrivere storie “è uno dei più importanti modi di cercare un senso nelle nostre vite e nel sovente terribile mondo che ci circonda. è il modo in cui rispondiamo alla domanda: come possono accadere cose del genere?” (cit. postilla di "Notte buia niente stelle"). Come accade praticamente sempre (e lo fa anche con questa storia) la mente contorta del nostro amato scrittore riesce a dare risposte incredibilmente spaventose a questa domanda. La caratterizzazione di Pennywise ha infatti molto della figura di un pedofilo (o predatore sessuale), che attrae i bambini mostrandosi prima amichevole e poi svelando il suo orribile volto. La cosa più inquietante è che tutte le sparizioni dei bambini passano quasi completamente sotto silenzio. Tutto sommato, il film mi è piaciuto.A tratti alcune battute dei giovani protagonisti mi hanno fatto sorridere e ho trovato Bill Skarsgard veramente brillante. Adesso non mi resta che recuperare la mini-serie degli anni ‘90 e il capolavoro del Re.

🍁STRANGER THINGS. Di questa mervigliosa serie tv di fantascienza sto aspettando a gloria l'uscita della seconda stagione su NETFLIX. La caratteristica che mi ha colpito di più è l'atmosfera da cinema fantascientifico anni '80. In una fantastica cittadina dell'Indiana iniziano a manifestarsi strani e inquietanti fenomeni, un ragazzino scompare nel nulla e al suo posto appare una ragazza dotata di poteri telecinetici.

🍁IL GIOCO DI GERALD è un film prodotto da NETFLIX, tratto dall'omonimo racconto di Stephen King. È il classico esempio di come King sia bravissimo a confondere le idee allo spettatore. Non si può essere mai certi di ciò che i nostri occhi vedono. In ogni caso, la storia ha come protagonisti una coppia di mezza età ormai appassita. Per cercare di riaccendere la passione decidono di trascorrere un "focoso" weekend ,all'insegna della trasgressione, nella proprietà di campagna. Nel bel mezzo di un gioco erotico Gerald perde i sensi e muore lasciando Jessie, la moglie, ammanettata al letto, alle prese con i partoriti mostri dalla propria mente (e non solo).

🍁1922 è un altro film tratto dall'omonimo romanzo breve di Stephen King e prodotto da NETFLIX (e che ho iniziato a guardare proprio oggi). Durante il mese scorso ho avuto modo di leggere l'inquietantissimo racconto quindi non vedo l'ora di scoprire quanto delle emozioni create da King sulla carta il regista sia riuscito a trasportare sullo schermo. La storia racconta della confessione di Wilfred James, agricoltore del Nebraska, che racconta ai suoi lettori di come abbia ucciso la moglie Arlette per riuscire a conservare un po' di acri di terreno coltivabili e di come ciò lo abbia portato alla rovina.

Che ne dite? 
UN ABBRACCIO

domenica 24 settembre 2017

ℓetturedeℓmese di ● l u g l i o

BUONDÌ amici lettori e amiche lettrici, buona domenica! Finalmente il caldo se n'è andato (incrociamo le dita) e io torno a scrivere per il blog. Con continuità, si spera. È già settembre. A dir la verità abbiamo già un piede nel mese di ottobre e se mi soffermo anche solo un attimo a pensare a quanto il tempo scorra velocemente un po' mi viene l'ansia.

ℓetturedeℓmese


🌰 SHADOWHUNTERS. CITTÀ DI VETRO di CASSANDRA CLARECittà di vetro è senza ombra di dubbio uno dei miei libri preferiti della serie. I volumi di una saga sono difficilissimi da recensire perchè è complicato trovare un equilibrio tra le info utili a spiegare il proprio feedback sulla lettura e quelle potenzialmente spoilerose. Dunque, non dirrò molto di questo libro se non che ho adorato le scene ambientate ad Alicante. Cassie sa come mettere su un world building con i fiocchi.

🌰 IL RACCONTO DELL'ANCELLA di MARGARET ATWOOD ➯ Stavo pensando di scrivere un post a parte per questa bellezza ma, gira e rigira, sono sempre indietro sulla tabella di marcia quindi ho deciso di inserirlo in un post fritto misto. Ho trovato il coraggio di leggere il libro distopico più rincorso degli ultimi anni grazie al GdL organizzato da Veronica del blog She was in Wonderland. Il racconto dell'ancella non è nient'altro che la trascrizione su carta delle memorie di Difred, Ancella della Repubblica di Galaad. La storia è ambientata in un mondo futuro in cui l'oscurantismo fa da padrone  alla nuova organizzazione del governo, che prevede la sottomissione delle donne, trattate alla stregua di oggetti di proprietà. La Repubblica di Galaad è infatti un regime totalitario, legato all'antico testamento, e la cosa veramente inquietante di tutta questa storia sono i segni preannunciatori (terremoti, crisi finanziarie, attentati terroristici, inquinamento, riduzione della fertilità, ecc.) della "tempesta" che l'autrice individua nella sua opera. Tutte cose che si stanno verificando oggigiorno peraltro. Ma chi sono le Ancelle? Quelle donne che camminano per strada a gruppi di due, vestite interamente di rosso e con il volto coperto da velette? Nientemeno che "uteri con due gambe" come spesso le definisce la voce narrante. In un mondo in cui il tasso di fertilità è sceso drasticamente le uniche donne ancora fertili diventano un bene prezioso, da tutelare e proteggere. Ogni Ancella , dopo essere stata "rieducata" in uno dei molti Centri Rossi amministrati dalle Zie, viene assegnata ad un Governatore, con lo scopo di procreare al posto delle Mogli sterili. Il clima di terrore su cui si basa la nuova organizzazione politica e sociale è alimentato dagli Occhi, una specie di CIA che ha lo scopo di fare la spia in caso di comportamenti errati da parte dei cittadini. Il fatto che la storia non abbia una vera e propria progressione temporale lineare (il perchè ci viene spiegato nell'epilogo finale) all'inizio mi ha un po' scombussolata. Non si ha un'idea ben precisa di quanto tempo trascorra fra gli avvenimenti di un capitolo e di quello successivo. Non è stato un inizio di lettura dei più facili ,anche perchè i dialoghi, elemento che adoro, sono veramente radi. Spesso ci si perde tra le elucubrazioni mentali della protagonista, della quale non conosciamo nemmeno il nome reale, proibito dal regime. Il capitolo finale è più "scientifico" e là troviamo qualche risposta in più, che ,comunque non riesce a soddisfare a pieno la nostra curiosità di lettori. È sicuramente una lettura volutamente misteriosa, lacunosa come solo le testimonianze storiche soggettive sanno essere. Il pregio del mondo creato da Margaret Atwood è indubbiamente la sua possiblità. L'autrice non inserisce grandissimi elementi di distacco dalla nostra realtà e questo certamente ottiene l'effetto di rendere il tutto ancora più inquietante. Altro che horror alla Stephen King! Lettura superconsigliata.

🌰 RESIDENZA ARCADIA di DANIEL CUELLO ➯ È un fumetto molto particolare. È stato protagonista di una rara botta di sedano estiva per la quale non finirò mai di ringraziare la gentilissima BAO (e l'altrettanto gentilissimo Daniel Cuello per il ritratto allegato➣è la mia foto di profilo😊). La quasi totalità della storia si dipana all'interno di un Condominio. Pochissime scene sono ambientate all'esterno. All'interno di questo microcosmo filtrano pochi sprazzi del mondo esterno ma da quello che riusciamo a vedere attraverso il buco della serratura, sappiamo che al di là del portone d'ingresso del condominio la realtà non è come quella a noi contemporanea. Ci troviamo in un universo narrativo distopico, che presenta le caratteristiche dei totalitarismi. Alcuni dei singolari protagonisti infatti hanno servito o stanno servendo la Nazione ed esiste un Partito e una Gendarmeria, una sorta di polizia di stato pronta a punire ogni effrazione da parte dei suoi cittadini. Vivendo io stessa in un condominio ho iniziato a leggere RA col sorriso sulle labbra. C'è Mirta, l'eterna rompiscatole; Emilio e Dirce, il classico vecchietto alle prese con la tecnologia lui, casalinga perfetta lei, sempre pronti a bisticciare e a strapparti un gran sorriso; Dimitri, ex militare della Nazione, burbero e tutto d'un pezzo, accompagnato da quel rompiscatole del suo cane, Rasputin; e Ester, l'inquietante presenza dell'ultimo piano. Ho finito poi per piangere come un vitellino da latte. Perchè si, RA è di un'ironia divertentissima ma anche di una tristezza strappacuore e il finale è sicuramente dei più amari. È un fumetto di luci e ombre, che parla anche di egoismo e diversità, e le ultime tavole ti fanno riflettere su una questione in particolare, ossia chissà cosa resterà in futuro delle nostre convinzioni presenti, di quello in cui credevamo e per cui abbiamo lottato. Forse lasceremo tracce tangibili, forse no. Chissà. Molto consigliato.

Voi cosa mi raccontate di bello? Avete qualche lettura da consigliarmi?
UN BACIO

lunedì 11 settembre 2017

novità letterarie ● nuoveprossimeuscite # 4

BUONDÌ amici lettori e amiche lettrici, buon lunedì! Tra qualche giorno toccheremo la metà di settembre e credo proprio sia giunto il momento di riprendere in mano la rubrica dedicata alle novità e scoperte letterarie, nuoveprossimeuscite. Ho deciso di darle un nuovo twist, un po' più personale. Insieme ad alcune delle novità letterarie più interessanti inizierò a segnalare anche alcune recenti scoperte (titoli già pubblicati da tempo ma che mi sono saltati all'occhio solo adesso). Spero tanto che la nuova "organizzazione" vi piaccia 😊

novità letterarie ● nuoveprossimeuscite

Di ●nottetempo● mi ha colpito tantissimo la frase riportata sul retrocopertina e credo proprio che sarà uno dei miei acquisti del Lucca Comics 2017 (evviva! quest'anno riuscirò a intrufolarmi fra gli stand anche io!) ⏩ "la tristezza è uno specchio deformante...capace di trasformare ogni cosa in un incubo". La tristezza fa parte del mio caratteraccio dunque l'argomento mi incuriosisce non poco. Ho anche dato un occhio alle tavole e...wow. Vorrei tappezzarci la mia cameretta. ●nocturno● invece è una storia dai toni più cupi e tenebrosi. Ha come protagonista un musicista rock, Seck Night (letteralmente "che cammina tra i morti"), la cui mente è legata al papà, morto dieci anni prima.  ●memorie di un cyborg ● è uno dei libri che ho attualmente in lettura. Mescola elementi del genere distopico, con un lavoro di world building veramente ottimo, a quelli più tipici del thriller investigativo. Ambientazione futuristica, grandi corporazioni all'azione, la scomparsa di un misterioso progetto. Tutti ingredienti interessanti. Si tratta di un libro-game per cui la scelta della modalità di lettura è tutta sulle spalle del lettore. Io lo sto apprezzando. Spero di riuscire a parlarvene prestissimo.  ●ragazze elettriche ● invece è stato consigliato da nientepopodimeno che la mitica Margaret Atwood. Non vi ingolosisce almeno un po'? L'autrice immagina un mondo dominato dalle donne, che acquistano un inquietante potere, in cui gli uomini sono ridotti in schiavitù.  ●l'amore mi chiede di te ● uscirà il 19/10/2017.  ●un'autrice troppo bugiarda ● nvece è il titolo che inaugura la nuova collana digitale della Delrai Edizioni, che ho già provveduto a comperare e spero di poter leggere presto. Ho letto un piccolo estratto e mi sono innamorata dell'atmosfera frizzantina della storia.

Che ne dite? Avete qualche nuova uscita da segnalarmi? 
UN BACIO

P.S. se cliccate sopra i titoli dei libri verrete reindirizzati alle pagine loro dedicate sui siti degli editori.

martedì 22 agosto 2017

Inℳyℳaiℓbox ✉ follie di fine estate

BUONDÌ amici lettori e amiche lettrici, buon martedì! Oggi sono qui per condividere con voi le mie follie. Come se non avessi già abbastanza libri da leggere a inizio e a metà mese ho fatto un paio di ordini online. Uno dei due era in programma mentre l'altro mi è capitato fra il capo e il collo. Ho un viziaccio: alle promozioni non so dire di no.

inℳyℳaiℓbox

Un post condiviso da Il Magico Mondo dei libri (@giulsbooks) in data:


Che ne dite? C'è qualche titolo che vi incuriosisce?
UN BACIO  

lunedì 21 agosto 2017

#ℓetturedeℓmese di εïз g i u g n o

BUONDÌ amici lettori e amiche lettrici, buon lunedì! Come sta andando la vostra estate? Avete già fatto un tuffo nel mare? Siete già stati in vacanza? Avete qualche buon libro da consigliarmi? In questo post vi parlerò delle letture del mese di giugno, mese mooolto fortunato per quanto mi riguarda, non c'è stata nessuna brutta lettura, per fortuna.

#ℓetturedeℓmese

🌵 TOKYO SUMMER OF THE DEAD (VOL. 1) di SHIICHI KUGURA ➯ Puntavo questa miniserie - composta da 4 volumi - manga - shonen - sugli zombie da tantissimo tempo.Se mi conoscete almeno un po', sapete quanto mi affascinano e spaventano queste figure dell'immaginario horror contemporaneo. Vi confesso che dopo aver visto TWD, la sera non esco più a portare fuori il cane con lo stesso "spirito" di prima. Mi guardo spesso alle spalle 😅 Questa volta ad essere colpita da un'apocalisse z è la città giapponese di Tokyo. In questa giungla di palazzi due studenti - uno universitario,Yu Someya, e Ikuse Minamori, studentessa delle superiori - si trovano a dover lottare per sopravvivere al picco di aggressioni che d'improvviso inonda la città. Mi è piaciuto molto l'accenno di girl power da parte dell'autrice, Shiiki Kugura. Ikuse non è la solita ragazzina spaventata e sprovveduta che corre a nascondersi dietro le spalle del ragazzo di turno, anzi, verso la fine si dimostra proprio tosta e coraggiosa. Per il momento mi sta piacendo molto, il volumetto è corredato anche di un paio di ministorie molto carine e l'ultima, Snap Dragon, veramente inquietante. Spero di riuscire a leggere presto anche gli altri capitoli.

🌵SHADOWHUNTERS. CITTÀ DI CENERE di CASSANDRA CLARE ➯Se la serie Tv che è stata tratta dall'universo immaginato dalla Clare ha un pregio, per quanto mi riguarda ,è indubbiamente quello di avermi spinta a riprendere in mano questa saga. Non voglio dilungarmi troppo sulla trama di questa lettura per evitare spoiler, mi basta dirvi che, per adesso, ho trovato Città di cenere il capitolo più "noioso" dell'intera serie. Esaurita la carica introduttiva del libro d'ouverture, in Città di cenere non accade niente di particolare e l'azione langue fino alle ultime 50 pagine ,dove, invece, scoppia un bel putiferio. È stata comunque una lettura carina. Non vedo l'ora di arrivare al capitolo conclusivo 😊

🌵 VIVA LA VIDA di PINO CACUCCIViva la vida è un libro minuscolo ma estremamente emozionante,un monologo immaginario che ripercorre alcune delle esperienze più intense della vita di Frida Kahlo, artista e pittrice messicana. In uno dei due saggi di appendice l'autore giunge addirittura a spiegarci come sia nata l'idea di quest'opera, su suggerimento di un suo amico musicista, frutto di un copione teatrale e di un progetto mai andato in porto cui l'autore ha comunque voluto far vedere la luce. Frida usava definirsi una gran ocultadora ed è quest'aspetto del suo carattere che emerge dal testo e che mi ha affascinata.Il suo nascondere dietro una facciata di contagiosa allegria la grande malinconia che invece la caratterizzava e che emergeva solo attraverso i suoi dipinti. Gli specchi della sua interiorità. Frida ci racconta del suo amore travagliato per Diego, delle sue immense sofferenze - del terribile incidente in cui viene coinvolta giovanissima - così abilmente celate dietro una cortina di allegria, dei suoi tentativi di distrarre la Pelona, del suo amore per la vita nonostante spesso la definisca un lento avvelenamento senza fine, tra gioie di sublime intensità e abissi di angosciosa disperazione. È un libro che terrò sul comodino. Perchè se Frida mi ha insegnato qualcosa è senza dubbio la tenacia e l'amore per la vita nonostante i suoi dolori. Leggetelo perchè è speciale.

🌵 UN ANNO SENZA TE di LUCA VANZELLA e GIOPOTA ➯ Ho adorato questo fumetto, a partire dai disegni dal tratto rotondeggiate e cartonesco, fino all'ambientazione e il mondo - con caratteristiche fantastiche - che i due autori costruiscono per il lettore. L'azione si svolge in una Bologna che ha del surreale e viene suddivisa dagli autori in dodici capitoli, uno per ciascun mese dell'anno. Il nostro protagonista è Antonio, studente universitario in procinto di laurearsi. Un ragazzo abbastanza comune, forse un po' scialbetto, alle prese con una tremenda rottura amorosa e le incertezze che il futuro post università porta con sè. Ho sempre pensato che gli anni trascorsi all'università siano in realtà una sorta di periodo di limbo prima dell'età adulta vera e propria, in cui si comincia a familiarizzare con le responsabilità che la vita da persona adulta realmente comporta. È un periodo di passaggio, carico di cambiamenti talvolta spaventosi e inquietanti. Ecco, il nostro Antonio si trova qui. In procinto di raggiungere l'obbiettivo tanto agognato, la laurea. Che fare dopo? Che strada imboccare? Come imparare a volersi bene e ad affrontare con coraggio, come un cavaliere medievale, il proprio drago personale? Beh, se volete scoprire quello di A. non vi resta che leggere questa meraviglia. Superconsigliato.

Voi cosa mi raccontate di bello? Avete qualche lettura da consigliarmi?
UN BACIO

martedì 11 luglio 2017

#uℓtimeℓetture ▸FRAGILE, LE TERRIFICANTI AVVENTURE DI SABRINA, OUTCAST

BUONDÌ amici lettori e amiche lettrici, buon martedì! Oggi, con Mia Martini in sottofondo e il ventilatore puntato addosso, ho tre #uℓtimeℓetture di cui parlarvi. Finalmente mi sono decisa a condividere con voi le mie impressioni in merito ad alcuni degli ultimi fumetti letti. Se vi state chiedendo dove sia finito il post di ieri, è tornato fra le bozze perchè così com'era non mi piaceva per niente.

#uℓtimeℓetture

 Può una storia di zombie essere romantica? Fragile è una storia a fumetti meravigliosa, composta da due volumetti: L'amore dopo la morte e Polvere alla polvere. Una duologia che parla di vita, speranza e amore, di sogni da rincorrere e obbiettivi da raggiungere a tutti i costi ma anche di morte, egoismo, crudeltà e della triste deriva dell'umanità con tutte le sue schifezze. Come si può parlare di amore e speranza in un mondo popolato da zombie? Beh, Stefano Raffaele riesce a farlo con quel pizzico di dolcezza che non può non toccare gli animi romantici. Le vicende sono ambientate, come piace a me, in un mondo post apocalittico, bruciacchiato dal caldo, distrutto da un virus tremendo, creato in laboratorio ,inizialmente per risolvere il problema della caducità della vita umana. All'Istituto Oncologico Europeo viene scoperta l'esistenza di un gene (P66SHC) la cui presenza nel corpo ha l'effetto di accorciare la vita. Gli esperimenti che vengono fatti per porvi rimedio però sfuggono di mano all'equipe incaricata e in men che non si dica il virus si diffonde all'intera umanità. Caos e distruzione. I pochi superstiti ancora umani vivono in città fortificate protette dai Disinfestatori, zombie creati in laboratorio che hanno come compito quello di cacciare altri zombie per liberare l'umanità dalla loro piaga. I due protagonisti principali sono Alan e Lynn, entrambi zombie. Alan, morto da pochissimo per un "banale" incidente domestico (un po' alla Final Destination, splatter e ingegnoso), Lynn, ex-modella morta invece da un mesetto in una maniera veramente crudele. Le tavole che raccontano le dinamiche della sua morte mi hanno fatta rabbrividire. Fragile è la storia del loro incontro e del bizzarro tempismo della vita. Quando questa "finisce" ecco che Alan e Lynn trovano una valida ragione per costringere i loro corpi a esistere: l'amore. Inizia così un lungo viaggio contro la veloce decomposizione della loro carne, alla ricerca di una cura per la malattia che sta infestando il mondo. E posso assicurarvi che questa non è il virus zombie ma l'imbecillità e cattiveria umana. È una storia struggente, scritta dall'autore prima della nascita del TWD-verse, dallo sviluppo veramente originale. Il world building e i disegni sono eccezionali. Mi intendo poco di tavole e cose varie ma queste sono addirittura riuscita a trasmettermi la sensazione di caldo intenso e afa delle scene ambientate nel deserto.

 

●●● 

Di Outcast sinceramente non ricordo se vi ho già parlato ma, nel dubbio, repetite iuvant.  Dopo aver adorato TWD ho voluto iniziare a leggere anche l'altro bambino di Robert Kirkman, Outcast. Il reietto. Ho letto il primo volume (che raccoglie gli albi dal 1 al 6 della serie), in cui R.K. ci introduce al mondo di Kyle Barnes. Le tavole sono a colori e già dalle prime pagine si capisce come la colorista (Elizabeth Breitweiser) e più in generale i creatori puntino sul contrasto dei colori accesi, come il rosso carminio, con i colori più ombrosi e scuri, come il blu e il nero, per ammantare la storia di una terrificante atmosfera horror, facendo risaltare le macchie di sangue. Oucast parla di possessioni demoniache ed è ambientato in un piccolo paese del West Virginia, in cui Kyle vive da emarginato, fino a quando il prete della cittadina non bussa alla sua porta in cerca d'aiuto. Un ragazzino della propria parrocchia si è strappato un dito con i denti di fronte alla madre, in preda ad un raptus micidiale, e solo Barnes può essere d'aiuto, proprio a causa del suo doloroso passato. Kyle ha un dono, se così lo si può chiamare. Ha il tocco magico per quanto riguarda gli esorcismi. Non esiste demonio che sappia resistergli. L'ho trovato un volumetto molto introduttivo. Succede poco e nulla che faccia progredire la storia. Niente si risolve, cosa ovvia dal momento che si tratta del capitolo d'ouverture e molta carne viene messa sul fuoco. Nel complesso mi ha stuzzicata parecchio. Credo proprio che andrò avanti con la lettura, prima o poi.


●●●

Ho letto Le terrificanti avventure di Sabrina e ne sono rimasta stregata, a partire dalla copertina che, se avessi un briciolo di coraggio in più, mi farei tatuare sulla schiena (è m-e-r-a-v-i-g-l-i-o-s-a). È un piccolo capolavoro dell'horror. La sensazione, durante la lettura, è quella di trovarsi all'interno di un incubo notturno in stile Nightmare. Asfittico e tenebroso. Scordatevi la Sabrina Spellman coccolosa del telefilm anno '90 e fate "ciao ciao" con la manina a una giovane strega più dark e inquietante. Tanto per cominciare Sabrina abita con le zie paterne, Hilda e Zelda, in una casa con cimitero annesso, corredata di obitorio. Le streghe si nutrono della carne dei cadaveri e prendono parte a sanguinosi rituali satanici. Non scordiamoci che sono le serve del diavolo e come tali creature delle tenebre. Parole di E.T.Spellman, sacerdote della casa delle tenebre, studioso occultista e padre di Sabrina: "siamo il freddo vento di ottobre che spira tra il secco granturco morto". Mica robetta da poco! La nostra streghetta si trasferisce a Greendale per sfuggire a un passato scomodo e ricominciare da capo una nuova vita insieme alle zie e al gatto parlante, nonchè famiglio, Salem. E ci riesce finchè qualcosa di orribile emerge dalla terra in cui è stato sepolto tanti anni addietro, per portare scompiglio nella vita della giovane Sabrina, divisa fra la sua parte demoniaca, il prossimo rito di passaggio verso la vita da strega (il battesimo dell'oscuro signore), e quella umana, l'amore per Harvey. È una storia tragica ed esoterica, veramente avvincente. Le tavole sembrano disegnate a matita e rendono la storia ancora più coinvolgente. La ammantano di un'atmosfera particolare,suggestiva, quella di una serata trascorsa a raccontarsi storie dell'orrore di fronte al caminetto. Leggetela.


Voi cosa mi raccontate di bello? Avete qualche fumetto da consigliarmi?
UN BACIO

martedì 4 luglio 2017

It's Tuesday! What are you reading? # 5

BUONDÌ amici lettori e amiche lettrici, buon martedì! Si, ho cambiato il nome alla rubrica ideata da THE BOOK DATE, però non preoccupatevi, sarà solo una cosa momentanea di oggi e dei giorni a venire in cui non riuscirò a pubblicarla il giorno previsto, ossia il lunedì. Ci tenevo ad aggiornarvi sulle mie #lettureincorso dell'ultimo periodo.

it's tuesday! what are you reading?


{COSA HO LETTO LA SCORSA SETTIMANA} La "scorsa settimana" ho letto VIVA LA VIDA di PINO CACUCCI, di cui vi parlerò prestissimo e che mi ha emozionata veramente tanto. Cacucci mette in piedi un breve monologo pensato dal punto di vista di Frida Kahlo in cui la pittrice messicana si racconta a cuore aperto al lettore. Bellissimo e molto intenso. Ho letto il primo volume della quadrilogia manga TOKYO SUMMER OF THE DEAD di SHIIKI KUGURA. Di genere horror e a tema zombie non poteva proprio sfuggirmi. Infine mi sono lanciata nel tentativo di rimessa in pari con la #serieTheMortalInstruments di CASSANDRA CLARE, leggendo CITTÀ DI OSSA. Di quest'ultimo non credo vi parlerò nello specifico, in un post, perché non si tratta del volume d'ouverture della saga ma del secondo quindi il rischio spoiler sarebbe troppo alto. Le scene finali mi hanno stretto il cuore.

{COSA STO LEGGENDO ADESSO} Domenica ho iniziato CITTÀ DI VETRO, che mi sta piacendo molto di più del volume precedente. Sarà che una delle caratteristiche che apprezzo di più dei fantasy e affini è proprio il world building e in questo capitolo la Clare ha fatto un lavoro sopraffino nel descriverci Alicante, la Città di Vetro, e più in generale Idris. Sto leggendo anche MEMORIE DI UN CYBORG di ALEX ZAUM, grazie all'autore che me ne ha inviata una copia ebook. Anche qui il world building è meraviglioso e ben architettato.

{COSA LEGGERÒ PROSSIMAMENTE} Per una volta ho una risposta certa a quest'enigmatica domanda! Leggerò IL RACCONTO DELL'ANCELLA di MARGARET ATWOOD, insieme al GdL organizzato da Veronica del blog She Was in Wonderland. E non vedo l'ora. A proposito, se qualcuno di voi vuole unirsi al gruppo è ancora in tempo per farlo.

Voi cosa mi raccontate di bello? Che libri avete per le mani in questo periodo?
UN BACIO

lunedì 3 luglio 2017

Perchè sono stata così tanto lontana dal blog?


YTALIA - Mostra di Arte Contemporanea
Questa volta non ho scuse valide che tengano. Niente esami che mi abbiano tenuta impegnata né particolari problemi di salute se non i soliti acciacchi stagionali. Il mio progetto di Servizio Civile è si molto impegnativo ma non tale da non lasciarmi del tempo libero. Dopo un'assenza di quasi un mese qualche parolina di spiegazione ve la devo. Se mi seguite da un po' saprete già che i miei ritmi di lettura sono cambiati, non è una novità. Non leggo più come prima e questo va bene, nella vita si cambia. È normale non rimanere uguali a se stessi nel corso degli anni. Sarebbe strano il contrario. Ultimamente ho iniziato a mutare anche i miei gusti di lettura e questo mi ha portato, in parte, ad allontanarmi da alcuni dei miei generi preferiti. Ci credete se vi dico che il numero di romance "puri" che ho letto nell'ultimo periodo non supera il numero delle dita delle mie mani? Cosa impensabile fino a qualche tempo fa. Sto notando che nell'ultimo anno mi stanno attraendo trame che qualche anno fa non avrei mai preso in considerazione. Storie che mi avrebbero annoiata a morte adesso mi intrigano da matti. Ci sono alcuni elementi di queste che conservano un legame con le mie origini di lettrice. Vado sempre matta per le storie d'amore ,ad esempio , però cerco sempre di più libri in cui questa componente risulti maggiormente diluita all'interno della trama. La ragione principale che mi ha tenuta lontana dalla blogosfera (ho una miriade di post in arretrato da leggere! povera me 😢) è (banalmente) che non avevo più voglia di scrivere sul blog. Persa l'ispirazione, desideravo prendermi una pausa da tutto. Ho realizzato questo quando ormai era troppo tardi per avvertirvi. Su IG e su FB sono comunque rimasta attiva. Credo sia dipeso dal fatto che si tratta di due strumenti di condivisione molto più immediati e che richiedono l'uso di tipi diversi di creatività. Per "editare" un post sul blog mi ci vogliono dalle 2 alle 5-6 ore mentre sugli altri due social è questione di 10-15 minuti. Per di più adoro fotografare le mie letture e ancora di più condividere con voi pezzetti della mia bellissima regione, la Toscana. È stato "facile" trovare l'ispirazione in ciò che mi circonda.  Comunque adesso sono tornata. Ho una serie di novità da presentarvi e una miriade di letture di cui parlarvi. Insomma, ho tante cose da raccontarvi e adesso anche la voglia per farlo. Speriamo che il caldo non mi fiacchi.

Con affetto,

Giulia

lunedì 29 maggio 2017

It's ℳonday! What are you reading? # 4

BUONDÌ amici lettori e amiche lettrici, buon lunedì! Oggi è stata una giornata caldissima. Un assaggio d'estate che avrei preferito evitare. Odio il caldo. Lo detesto con ogni cellula del mio corpo. Insieme a lui ogni anno arrivano anche mal di testa e stanchezza a rompere le scatole, quindi non sto neanche a scrivervi cosa mi abbia tenuta lontana dal blog quest'oggi, perché lo avrete già intuito da soli. Mettendo da parte le mie rimostranze al clima che cambia, adesso è tempo di aggiornarci sui nostri progressi di lettura 😊 La rubrica è stata ideata da THE BOOK DATE.

it's monday! what are you reading?


{COSA HO LETTO LA SCORSA SETTIMANA} La scorsa settimana ho letto MILK AND HONEY di RUPI KAUR, edito dalla TRE60. Non ho mai avuto un particolare feeling con le raccolte di poesia, forma letteraria che in genere poco mi si addice. Sono una lettrice troppo frettolosa e le poesie invece hanno bisogno di calma, tranquillità e tanta riflessione. A fine lettura è stata quindi una "sorpresona" realizzare che questo piccolo volumetto, così deliziosamente curato nell'aspetto grafico, è riuscito a garbarmi. Ho apprezzato tantissimo la semplicità delle poesie di Rupi Kaur, indiana d'origine e canadese di adozione, così cristalline, così facili da capire. Non c'è bisogno di scavare a fondo nelle parole per comprenderne il significato. Le sue parole d'amore, di dolore, di perdita e di rinascita sono riuscite a toccarmi tantissimo. La raccolta è suddivisa in quattro sezioni da lei chiamate il ferire (quella che ho adorato di più in assoluto), l'amare, lo spezzare e il guarire. Come vi accennavo poche parole fa, è stata la prima a colpirmi di più. Forse perché l'autrice parla moltissimo del rapporto tormentato e tormentoso con il padre, lo ama ma lo sente insoddisfacente e per ciò ne soffre ogni oltre misura. Attraverso alcuni dei suoi versi poetici l'autrice riesce a riportare a galla, con una semplicità disarmante (stessa semplicità che caratterizza anche i disegni che accompagnano e illustrano le parole) molti dei modelli culturali sbagliati e negativi legati all'essere donna. Insomma, il mio è un invito a non farvi "indispettire" dal programma di promozione "aggressivo" legato a questo libro ma a dargli una chance. Leggetelo, perché è bello sul serio.

{COSA STO LEGGENDO ADESSO} In questi giorni ho iniziato una quantità spaventosa di libri e , purtroppo, non sono stata capace di finirne nemmeno uno. È uno di quei periodi un po' così. Sono stata presissima da Bitten (quanto amo Clay!) ma stasera (vista l'ora credo ormai che il mio stasera diverrà velocemente un domani mattina) ho intenzione di leggere ELIAS di ERIN E. KELLER, edito dalla TRISKELL EDIZIONI.

{COSA LEGGERÒ PROSSIMAMENTE} Questa domanda è e sempre sarà un mistero per me. Tuttavia, con tutta probabilità, la mia prossima lettura sarà il libro per il domino letterario di giugno: IL SUO PRIMO AMERICANO di LORE SEGAL, edito dalla CARGO.

Voi cosa mi raccontate di bello? Che libri avete per le mani in questo periodo?
UN BACIO

sabato 20 maggio 2017

Reℓease Bℓitz ☾TANDER. DENTRO DI NOI L'ENERGIA DEI FULMINI di Cristina Vichi☽

BUONDÌ amici lettori e amiche lettrici, buon felicedì! Questo non è di certo un sabato come tutti gli altri, è un sabato decisamente speciale. Ho deciso infatti di ospitare sul blog il  #RELEASEBLITZ di Tander. Dentro di noi l'energia dei fulmini di Cristina Vichi, in uscita proprio oggi.


Prima di parlarvi della trama, fornirvi tutte le info del caso e darvi la lista degli altri blog partecipanti (che vi invito assolutamente a visitare, perché il bello di queste iniziative è anche che ti consentono di scoprire sempre qualche nuovo blog da seguire), un breve estratto di Tander.

⯈⯈⯈

Introduzione

21.06.1720

Era notte. Il ragazzo si tirò il mantello sul capo per proteggersi dalla pioggia incessante. Il vento lo faceva oscillare a destra e a sinistra. Non aveva il controllo di se stesso, sembrava un burattino in preda alla foga della natura.Davanti a lui un vecchio gli indicava la strada. Nonostante la forza con cui gli agenti atmosferici combattevano fra loro, quell’anziano camminava con passo sicuro; il vento, per quanto potente, non riusciva a smuoverlo di un centimetro, e la pioggia, che picchiava sul suo esile corpo, non gli provocava il minimo fastidio. Si fermava spesso, paziente, ad aspettare il giovane, che cercava di proseguire malgrado l’enorme sforzo fisico a cui era sottoposto.Nell’ultimo tratto, il ragazzo, stremato dalla fatica, cadde a terra. Tentò invano di rialzarsi, poi si arrese alla potenza di quelle correnti che si scontravano fra loro con una brutalità innaturale. Il vecchio vide che non riusciva più a padroneggiare il suo corpo, non poteva nemmeno sollevare il capo. Tornò indietro, lo afferrò per il mantello e lo alzò senza alcuna fatica. Il giovane si aggrappò a lui, e fu così che quell’incredibile uomo poté proseguire senza dover aspettare i tempi umani del suo allievo. Raggiunto il centro della spiaggia, il vecchio si fermò e fissò il ragazzo per qualche istante senza proferire parola. I suoi occhi azzurri scintillarono di sfumature violacee. L’allievo annuì, cercando di dominare una profonda e viscerale paura che tentava di assalirgli la mente.Il vecchio si allontanò di qualche metro, poi si fermò, impassibile, a osservare l’evolversi degli eventi. In quel contesto la sua stessa calma era anomala e inquietante. Il ragazzo lottava con tutte le forze per rimanere in piedi. Il suo volto era paralizzato dal terrore, eppure una vaga luce di speranza illuminava i suoi occhi ambrati.All’improvviso un fulmine lo colpì dritto al cuore e le sue urla acute riecheggiarono al pari dei tuoni. Fu costretto a inginocchiarsi innanzi alla terribile energia da cui era posseduto. L’agonia fu lunga, interminabile. Poi le sue grida diventarono più rauche e deboli, finché non si spensero in un’ultima, terrificante, smorfia di dolore. Il giovane cadde in avanti, con la faccia in una pozza d’acqua e il corpo accasciato a terra in modo contorto.


⯈⯈⯈

GENERE ☾ URBAN FANTASY
EDITORE ☾ SELFPUBLISHING
PAGINE ☾ 315
PREZZO E-BOOK ☾ 2,99 € (aderisce al Kindle Unlimited)
PREZZO CARTACEO ☾ 12,00 €

Niki ha diciotto anni e, come tutte le ragazze della sua età, si prepara ad affrontare l’ultimo anno delle superiori, con conseguente esame di maturità.
Da quel primo giorno di scuola, però, di normale nella sua vita rimane ben poco.
È l’arrivo di Erkan, un ragazzo affascinante e pericoloso, a sconvolgere ogni equilibrio e non solo nel suo cuore. Ben presto Niki si ritrova catapultata al centro di segreti che per millenni hanno governato l’universo, senza che gli umani ne avessero mai saputo nulla.
I Tander e le Dee della Natura sono esseri con doti soprannaturali che vivono sulla terra con leggi e scopi ben precisi. Nelle vene di Erkan scorre l’energia irrefrenabile dei fulmini, e solo quando conosce Niki capisce che la forza dell’amore è ancora più difficile da controllare.


⯈⯈⯈

E adesso arriva la parte "difficile": copiare tutti i link dei blog partecipanti! Sono oltre 60, amici miei. Cliccate sui link per leggere recensioni in anteprima, interviste, estratti e curiosità su Tander 😉 



ESTRATTI E CURIOSITÀ: Cristina Vichi Blog; Bookspedia; La libreria di Luce; La spacciatrice di libri; La casa dei libri di Sara; Le mie ossessioni librose; Pretty in Pink Blog; La biblioteca di Eika; Toglietemi tutto, ma non i miei libri; Peccati di Penna; New Adult Italia; Linda Bertasi Blog; 365 Days Of Books; Se ne dicon di parole; L'incanto dei libri; Briciole di Parole; La Fenice Book; Il Salotto del Gatto Libraio; Nel cuore dei libri; La Cercatrice di Storie; La Tartaruga si Muove; Bookish Girl Blog; Ragazza in rosso; Lo scrigno delle letture; Lady Eiry; Un angelo caduto; Fantasticando sui libriNon solo libri; La biblioteca di Mary; Nicholas ed Evelyn e il Diamante Guardiano; Il rumore dei libri; Emozioni di una Musa; Connie Furnari; Storie attorno al fuoco - blogger; Everpop; Il Baule d'inchiostro; Scheggia tra le Pagine; Sweety Reviews; La libreria incantata; La lettrice sulle nuvole; Feeling Reading ღ; Le recensioni della libraia; Leggendo Romance

⯈⯈⯈

Che ne dite? Vi abbiamo incuriositi/e almeno un po'? Fatecelo sapere nei commenti.
UN BACIO

martedì 16 maggio 2017

#ℓettureinpiℓℓoℓe ▸ "30 giorni di notte" di Steve Niles e Ben Templesmith

BUONDÌ amici lettori e amiche lettrici, buon martedì! Stamattina, mentre stavo facendo colazione, mi sono resa conto (epifania) della quantità spropositata sia dei libri che ho in lettura al momento sia di quelli già letti di cui devo ancora parlarvi. In sostanza, navigo in alto mare. SOS. Siccome mi piace fare programmi che alla fine non rispetto mai ho deciso, anche questa volta, di voler portare a termine almeno un paio di letture entro la fine del mese. Riuscirà la nostra eroina nel nobile intento? Nel frattempo ho fatto nuovamente danni in libreria (date un'occhiata all'ultima foto di IG). Ora però torniamo all'intento originario del post, parlarvi della mia ultima lettura: 30 GIORNI DI NOTTE di STEVE NILES  e BEN TEMPLESMITH (ed. Magic Press).

ℓettureinpiℓℓoℓe


📎📎📎

Dopo aver scoperto della sua esistenza (avevo visto e apprezzato il quasi omonimo film ,che ne è la trasposizione su piccolo schermo, qualche annetto fa, completamente all'oscuro dell'esistenza di questa trilogia a fumetti) ho desiderato 30 giorni di notte con tutta me stessa per mesi fino a che, una settimana fa, sono riuscita ad ordinarlo online, sfruttando lo sconto del 15 % , dal momento che si tratta di un volume abbastanza costoso (25 non mi sembrano pochi anche se, vi assicuro, le tavole, veri pezzi d'arte, li valgono tutti). Ciò che posso dirvi della trama, senza fare troppi spoiler, è che la storia è in parte ambientata nell'estrema punta nord degli Stati Uniti, a Barrow in Alaska, dove per 30 giorni l'anno la città rimane completamente al buio. I protagonisti principali, almeno per quanto riguarda il primo episodio, sono i coniugi Olemaun, Eben e Stella, unico corpo di polizia della cittadina, che quest'anno si trova a dover fronteggiare un'insolita ondata di criminalità. Cominciano a verificarsi strani e inquietanti fenomeni, i telefoni satellitari degli abitanti di Barrow vengono ridotti in cenere e i generatori mandati in black out. Per di più, strani e loschi figuri cominciano ad aggirarsi per le strade innevate generando terrore e scompiglio. Si tratta di una storia marcatamente horror, suddivisa in tre capitoli: -30 GIORNI DI NOTTE, -GIORNI OSCURI e -RITORNO A BARROW. Vi dirò, con tutte le aspettative che avevo in merito, non si è di certo rivelata una lettura entusiasmante. Ammetto di essere rimasta un po' delusa dalla troppa semplicità dell'intreccio. Si tratta infatti di una storia abbastanza scontata la cui forza, a parer mio, è rappresentata più dalle tavole meravigliose e inquietanti che dai personaggi stessi, abbastanza piattini e prevedibili in quasi tutti i volumi tranne che nel terzo dove iniziano ad assumere più spessore. Il disegnatore però ha fatto un lavoro magnifico. La forza espressiva delle tavole è lampante. Ti colpisce in faccia con la forza di un pugno. Dove il sonoro non esiste ci pensano i disegni a farti sentire l'orrore e la paura dei protagonisti (le grida di terrore) nel trovarsi di fronte a creature senza pietà come i vampiri e decisi a maciullarli tutti. Una caratteristica che ho apprezzato tanto dei disegni è il modo in cui vengono resi i volti, mai troppo definiti, immersi nell'oscurità, un po' come ci appaiono i protagonisti dei nostri incubi peggiori. Nel secondo capitolo ho trovato alcuni sviluppi più "irreali" del "normale", Stella si dimostra troppo volubile e pronta a cambiare idea ,senza presupposti solidi per farlo. Tutto sommato, è un trittico di fumetti con qualche piccola falla nella narrazione ma che vi consiglio comunque di recuperare, soprattutto a coloro fra di voi che sanno farsi trasportare dalle atmosfere intessute dalle tavole e dai colori più che da quelle create dalle nuvolette e dalle parole.
★★

Che ne dite? Avete letto la trilogia?
UN BACIO

lunedì 15 maggio 2017

Iℓ ℬarattoℓo deℓ #SORRISO ▸ 2017

BUONDÌ amici lettori e amiche lettrici, buon lunedì! Oggi è stata una giornatona. Ho spazzato, spolverato, "cenciato" ovunque per casa e ho dato una bella botta alla muffa maledetta. Sono stanchissima (i lavori di casa sono micidiali, chi osa dire che fare la casalinga non è un lavoro?!) però mi dispiaceva lasciare il blog spoglio per un altro giorno ancora, considerato che non ho fatto grandi progressi di lettura in questi giorni se non per 30 giorni di notte di cui vi parlerò domani. Quindi oggi niente rubrica del lunedì! Voglio parlarvi però di un progettino carino, della cui esistenza ho scoperto solo all'inizio di quest'anno.

iℓ barattoℓo deℓ sorriso

Di cosa si tratta? Il barattolo del sorriso è un barattolino , da decorare a piacimento, che deve essere conservato da qualche parte in cameretta. Ogni volta che si legge un libro se ne scrive il titolo su un pezzettino di carta e lo si conserva nel barattolo. L'edizione di quest'anno prevede di includere, insieme al fogliolino con il titolo, anche 1 € per ciascuna storia letta. Alla fine dell'anno il gruzzolo accumulato potrà così essere speso in libri. Per maggiori spiegazioni vi lascio qui il link al blog dell'ideatrice, LA LIBRIDINOSA. Ho trovato quest'idea veramente carina e ho deciso subito di parteciparvi anche se non ho decorato personalmente il barattolo ma ne ho scelto uno particolarmente carino dell'Ikea. Conteneva una crema di cioccolata con pezzi di caramello a dir poco deliziosa!


Per il momento, dall'inizio del 2017, ho letto 18 libri. E voi? Raccontatemelo nei commenti, sono curiosa!
UN BACIO