sabato 12 dicembre 2015

In My Maiℓbox: un po' degli ultimi acquisti fra compleanni e giri in edicola/fumetteria

Buon sabato sera amici lettori e amiche lettrici, direi che è giunto il momento di pubblicare una nuova puntata della rubrica In My Mailbox. Giovedì scorso ho avuto la brillante idea di farmi il vaccino quindi ieri ho passato la giornata in altomare con il vento a forza 8 ma oggi la mareggiata, per fortuna, è scesa. Così ho deciso di mostrarvi alcuni dei miei ultimi acquisti. Poche settimane fa è stato il mio compleanno. Ovviamente ne ho approfittato per farmi un regalino. Oltretutto avevo anche un bel buono per Amazon. C'erano un paio di titoli *coff* tre che desideravo da tempo e dunque mi sono lanciata all'acquisto!
Eccoli qua. Non sono bellissimi? *sguardo da mamma chioccia* Il quarto in realtà è stato un acquisto collaterale. Dovevo raggiungere un determinato tetto di spesa e, visto il prezzo bassissimo (3,o3 euro) ho deciso di "sacrificarmi". Ah, la dura vita del compratore compulsivo! Comunque, bando alle ciance e via alle presentazioni! Il titolo di cui vi scrivevo poco fa è La regola del gioco di Allison Leotta (One), thriller e primo di una serie dedicata a Anna Curtis, sostituto procuratore a Washington DC. Proseguiamo adesso con i titoli che avevo adocchiato già da un po': Vite sospese di Alessia Litta (Triskell Edizioni), Mysterious Skin di Scott Heim (Playground) e Nascosta di Kendra Elliot (AmazonCrossing). Vite sospese è un urban fantasy ambientato in italia e scritto da un'autrice italiana. Non vedo l'ora di leggerlo! Mysterious Skin è invece una storia bella fortina mentre Nascosta è il primo di una serie romantic suspense, #Bones. I libriccini che vedete qui accanto invece sono frutto di una serie di capatine in edicola/libreria/fumetteria. Iniziamo con Amedeo, je t'aime di Francesca Diotallevi (Electa), preso con 20% di sconto alla Feltrinelli della Stazione Centrale in cui mi trovo a gironzolare in attesa del treno che mi riporti a casa 5 giorni su 7. "Ogni tanto ci scappa il morto!". Modigliani mi affascina da sempre per la sua vita "movimentata" e tormentata, non potevo lasciarmi sfuggire questo libro anche se sono conscia che alla fine non saranno le rose a fiorire. Ogni volta mi si stringe il cuore. In fumetteria ho preso il vol 1 del manga di Lady Oscar di Riyoko Ikeda (Goen). Sinceramente non ho ben capito il programma della pubblicazione, vorrà dire che ogni tanto butterò l'occhio al sito della CE. Il trono e la stirpe di Jacqueline Carey (TEA) è la prima parte del primo capitolo della seconda trilogia fantasy del #CiclodiTerred'Ange *si asciuga il sudore dalla fronte*. Ma perchè le CE italiane devono complicare sempre tutto? Ritrovarsi di Judith McNaught (RM) invece è stato il regalo-consolazione per il vaccino di giovedì. E' una delle migliori autrici di romance sulla piazza e non vedo l'ora di leggerlo insieme a tutti gli altri che ho accumulato dell'autrice.  

Voi che mi dite? Cosa avete acquistato di bello? Un bacio!

martedì 8 dicembre 2015

November ℛecap | ℓetture + telefilm #3

Buon martedì amici lettori e amiche lettrici! Finalmente è arrivato il momento di aggiorarvi sulle letture e i telefilm del mese di novembre. Soprattutto per quanto concerne il versante telefilm sono molto soddisfatta. Posso dire di aver finalmente trovato la mia serie tv del cuore dopo tantissimi anni dalla scoperta della prima, Buffy l'ammazzavampiri. Questo mese è stato un susseguirsi incessante di sfortune varie, non ultima la macchina da buttare nel cassonetto, però, perlomeno in fatto di letture, sono riuscita a risollevare la situazione e a ritrovare il mio nuovo ritmo di lettura. Adesso però,bando alle ciance e parliamo di libri!
----------------------------------------------------------------------------
-LIBERATO di ALEKSANDR VOINOV è un breve racconto, quasi un epilogo di una storia più ampia, di genere mm e ambientazione storica. I nostri due protagonisti si muovono infatti ai tempi delle Crociate. E la cosa bella sapete qual è? Che il sapore storico della storia si percepisce già nei dialoghi ancor prima che nelle ambientazioni. Romantici. Che richiamano subito alla mente il mondo dei cavalieri medievali. Un mondo fatto di promesse di fedeltà e onore.La lotta per conquistare la Terra Santa si mescola al racconto dell'epilogo di una dolce storia d'amore. Epilogo perchè dalle poche pagine di cui il racconto si compone si percepisce un passato comune, condiviso dai due protagonisti, William Raven, il crociato, e Guy de Metz. Entrambi i cavalieri sono legati ferreamente ai propri doveri, entrambi sono alla ricerca della redenzione e il perdono per i propri "peccati". E se il peccato più grande di cui si sono macchiati fosse proprio quello capace di renderli completi? "Non cerco più il perdono. Era una follia. Se amarti è un peccato, sarò felice di bruciare all'Inferno". Ho trovato Liberato un racconto brevissimo e molto carino, scorrevole e dolcemente romantico. Tre stelline. 

-I RESTI DI BILLY di JAMIE FESSENDEN (Triskell Edizioni) è un mm con lievissime sfumature psico-thriller. In realtà la parte thriller della storia è nascosta tutta nella psiche di uno dei due personaggi. Capirete il perchè più avanti. Jamie Fessenden è diventato ufficialmente uno dei miei autori preferiti e spero vivamente che la Triskell prima o poi decida di portare in Italia anche Violated perchè le sue storie valgono veramente la pena e il mio inglese fa acqua da tutte le parti. I resti di Billy non è la classica storia d'amore leggera. Non è una storia facile. E' l'esempio di come, per quanto si desideri con tutte le nostre forze qualcosa, talvolta la nostra psiche riesca ad avvilupparci con i suoi tentacoli e a piegarci alla sua volontà. Una delle tematiche portanti della storia è l'abuso infantile. Nei confronti di chi lo capirete già leggendo la trama. L'identità di chi lo ha perpetrato nei confronti di Kevin Derocher la scoprirete leggendo il libro. Pagina dopo pagina. In cui l'autore riesce a delineare (grazie anche all'aiuto della mamma psicanalista) una storia verosimile utilizzando uno stile scorrevole e schietto. Senza tanti giri di parole. Ed è questa la parte della storia che mi ha colpita di più. L'accuratezza con cui le vicende traumatiche dell'infanzia di Kevin vengono ricostruite e collegate perfettamente e logicamente alle modalità del suo tentato suicido. E' qui che entra in gioco Tom, psicanalista incaricato di effettuare su Kevin una valutazione psicologia. E' lui che, quando lo incontra nuovamente anni dopo, lo aiuta a dare senso alle orribili scene che prendono forma come fantasmi nella mente di Kevin. Sono ricordi oppure parti della sua fervida immaginazione? Ecco la parte psico-thiller. Il sentimento d'amore che scocca fra i due è solo una minima parte (pur importante) della storia. Jamie Fessenden nello sviluppare la matassa della trama non adotta soluzioni facili. In certi frangenti è duro, realistico. Una storia dolce e dura al contempo. Emozionante e avvincente. Consigliatissima. Quattro stelline. 

-THIAGO di MARGARET GAIOTTINA (Mamma Editori) è il secondo capitolo della #SagaJaguarà. Quanto ci ho messo a prendere in mano questo seguito! Ricordo di averlo comprato quasi un annetto fa, poco dopo la sua uscita in formato ebook. E' un libriccino brevissimo e, complice lo stile semplice dell'autrice, molto scorrevole. Tanto che ti sguscia da sotto gli occhi in un soffio. Rimango dell'idea che prima di leggere Thiago si debba comunque affrontare il suo predecessore, il primo capitolo della saga e in quanto tale anche introduttivo del mondo in cui i suoi protagonisti si muovono. Ho trovato Thiago più breve del precedente e anche un po' più scarno. Forse meno appassionante ma comunque gradevole. L'ho trovata una storia bollente, con una protagonista tosta e discinta (lo so, solitamente si dice delle vesti ma trovo che l'aggettivo ben si addica a Portia), forte e caparbia. Portia ha le cosiddette balls e non ha paura di chiamare i sentimenti per quello che sono, le cose per quello che si dimostrano. E decisamente non vuole cedere alla regola del Golden Boy, Thiago, campione di storie da una botta e via, tormentato dalle circostanze della propria nascita e dall'ipocrisia che ammanta la propria famiglia. Una storia che cattura ma che lascia anche un po' delusi dalla sua velocità. Avrei tanto voluto che la parte centrale, dedicata alla conoscenza dei (e fra i) personaggi, fosse stata sviluppata maggiormente. Tuttavia Thiago è una storia gradevole che lascia con tanta curiosità per i seguiti e soprattutto (almeno da parte mia) per David, il più grande dei Saxton. Tre stelline.
----------------------------------------------------------------------------
Adesso passiamo alla parte telefilmica del mese di novembre (e ottobre in realtà). Lo scorso mese sono iniziate e finite un bel po' di serie tv. Sono stata fortunatissima su questo versante perchè fra colpi al cuore e affini non c'è stata una serie tv che mi abbia totalmente delusa. 

-THE WHISPERS. Iniziamo con l'unica nota dolente degli ultimi mesi. E con "nota dolente" non mi riferisco minimemante allo svilupparsi della serie tv ma al colpo tremendo che è stato apprendere che, dopo quel finale così mystery, non ci sarà una seconda stagione. Uffi! Eppure uno dei due creatori della serie non è proprio Chiunque. The Whispers è una serie tv statunitense creata da Soo Hugh con Steven Spielbers (!). Prende spunto da uno dei racconti di Ray Bradbury, Ora Zero (che, per la cronaca, ho cercato di reperire in ogni modo senza successi degni di nota). Il sussurro è una presenza invisibile e silenziosa, perlomeno per gli adulti, che bisbiglia agli orecchi dei bambini e si fa chiamare Drill. La prima (e unica) stagione si compone di 13 episodi. Nel cast è presente anche l'indimenticabile Milo Ventimiglia (chi se lo ricorda nei panni di Jess in Una mamma per amica?), nelle vesti del marito, creduto morto,  di Clare Benningam, agente dell'FBI specializzata in casi in cui sono coinvolti i bambini. Lungo tutto lo scorrere dei primi episodi aleggia una piacevolissima aria di mistero riguardo all'identità del fantomatico Drill mentre la seconda parte della serie assume spiccate tinte paranormali. In ogni caso, è una serie che merita anche solo per la piccola corrente di fresche novità che trascina con sè. Carinissima. E' veramente un peccato che non venga rinnovata.

-THE WALKING DEAD (stagione 6). Guardare la prima metà degli episodi che compongono la sesta stagione di TWD è stato un continuo: ------------guardate la gif-------->
A quei poveri disgraziati ne andava bene una e poi altre dieci situazioni andavano per il verso sbagliato. Non avevi il tempo di tirare un sospiro di sollievo e gioire con loro che ti arrivava in faccia una spruzzata di sangue marcescente. Che strazio. Ad un certo punto mi è pure venuta  voglia di altarmi dal divano e dire "no Maria, io esco!". Veramente. Altro che batticuore. Infarti continui! E il bello è che è proprio questa la forza di TWD, far versare lo spettatore in una situazione di continua e straziante incertezza. E la velocità della "narrazione" non aiuta di certo. TWD vince indubbiamente il primato di serie tv più lenta che abbia mai visto in 22 anni di vita. E si aggiudica anche un bel secondo posto nella mia top 3 (dopo Buffy ovviamente) dei telefilm del cuore. La amo! Yeah. La odio anche però. Questo mid-season finale è stato a dir poco snervante. Come già saprete The Walking dead è una serie tv statunitense prodotta dal 2010, ideata dal regista Frank Darabont e basata sull'omonima serie a fumetti scritta da Robert Kirkman, produttore esecutivo dello show, e illustrata da Tony Moore e Charlie Adlard

-FEAR THE WALKING DEAD (stagione 1) e FLIGHT 462. Ignoravo la sua esistenza fino a qualche mese fa e...accipicchia, non posso credere di essermi quasi lasciata sfuggire Fear TWD, una sorta di spin-off (ambientato a LA) e prequel di TWD, creato da Robert Kirkman e Dave Erickson. In un paio di giorni ho divorato tutti e 6 gli episodi della prima stagione. Fear TWD chiarisce molti dubbi riguardo allo svilupparsi e al diffondersi del virus. La sua rapidità. Il caos che si genera per le strade. L'inadeguatezza del Governo nel gestire l'emergenza. La lenta presa di coscienza (fatale) dell'inesorabilità della situazione da parte della popolazione. Sicuramente ha un ritmo di narrazione più veloce (di una puntina) rispetto a TWD. È meno magnetica ma prende ugualmente moltissimo. Aspetto sicuramente con ansia la seconda stagione in arrivo la prossima estate e spero in un "incontro" con la serie originale. Nel frattempo mi sono consolata con i primi 7 episodi (della durata di neanche un minuto ciascuno) della webseries, Flight 462, che avrà il compito di scegliere il prossimo dei protagonisti di FearTWD. Unico sopravvissuto (o sopravvissuta) del volo LA-Phoenix. Comunque, in qualsiasi salsa ci venga proposto TWD rimane sempre il telefilm più inquietante che abbia mai visto, il cui maggiore pregio è quello di riproporre scene raccapriccianti con una verosimiglianza incredibile. 

Al momento sto seguendo anche Criminal Minds (stagione 11), Grey's Anatomy (stagione 12) e The Strain (stagione 2). Di queste serie tv parlerò nel prossimo post dedicato al wrap-up del mese di dicembre-gennaio. 

Nel frattempo, voi che mi dite? Cosa avete letto/guardato nel mese di novembre? 
Un bacio.

martedì 3 novembre 2015

AMAZONCROSSING|nuove uscite #1

Buonasera amici lettori e amiche lettrici, di certo non può esservi sfuggita la notiziona di questi giorni. Amazon Publishing, la CE di Amazon arriva in Italia con una carrellata di caramelline per i lettori italiani. Quando poi, nei vari articoli online, ho scorto le parole romantic suspense mi si sono illuminati gli occhi. E' uno dei miei generi preferiti e non vedo l'ora che sia il mio compleanno per poter fare un "giustificato" ordine sul colosso dell'e-commerce che arriva da oltreoceano. Tutti i titoli che vi mostrerò di seguito sono editi sia in ebook (4,99) che in formato cartaceo (9,99). Li potrete trovare però solo sul sito di Amazon.it. FONTE. Alcuni sono già da oggi disponibili altri usciranno prossimamente. Pronti?

#SERIEBellHarbor Se c’è una cosa che Sadie Turner sa fare benissimo è mettere ordine nelle cose. Perciò quando si rende conto che la sua vita “perfetta” è nel caos più completo, decide di trascorrere le vacanze estive nella casa al lago della zia, con la speranza che tutto torni al suo posto. Sadie vuole rilassarsi e curare le ferite che le ha lasciato l’ex marito infedele. E per questo ha bisogno di tempo, lontana dagli uomini. Da tutti gli uomini.È difficile però trovare un momento di pace nel cottage dell’eccentrica zia Dody, con due cani sbavanti e due cugini impiccioni (di cui uno è un esuberante arredatore d’interni intenzionato a rimettere a nuovo la povera Sadie). Senza contare che sono tutti decisi a farla uscire con Desmond, il nuovo vicino sexy.Alto, abbronzato e muscoloso, Des è anche meraviglioso con i bambini di Sadie. Ma deve avere per forza un difetto (è un uomo!) e per questo lei deve mantenere le distanze.Con il trascorrere dell’estate, la vita che Sadie stava cercando di semplificare diventa sempre più complicata: le si presenta una nuova opportunità di lavoro, il perfido ex torna a tormentarla e zia Dody rivela un tragico segreto. Ma forse un po’ di caos è proprio ciò di cui una ragazza imbranata ha bisogno per rimettere ordine nella sua vita.

questo è uno dei candidati ^^
#TheNotQuiteSERIES Jessica “Jessie” Mann, cameriera e madre single, è la praticità fatta persona. Anche se avesse tempo per uscire con gli uomini (e non ne ha) farebbe di tutto per garantire al figlio un’infanzia più tranquilla della propria. Per questo le serve un marito con i soldi! Così, quando Jack Morrison, un cliente terribilmente sexy con il cappello da cowboy e il sorriso accattivante, cerca di flirtare con lei, Jessie lo respinge perché apparentemente al verde. Dubita, infatti, che un sognatore come Jack possa garantirle la stabilità economica di cui ha bisogno. Sarà difficile resistere all’affascinante texano, con il Natale alle porte e il desiderio di non passarlo da sola.Erede dei Morrison, proprietari di un impero degli hotel di lusso, Jack è abituato a essere adulato. Ora sente il bisogno di qualcuno che s’innamori di lui e non della sua ricchezza. Un giorno mette gli occhi su Jessie, ma il muro che la ragazza ha costruito intorno al proprio cuore potrebbe ostacolarlo. Così decide di nasconderle la sua vera identità e si offre di aiutarla a trovare il marito ricco che cerca. Peccato che la sua audace messinscena rischi di privarlo del desiderio che vorrebbe vedere esaudito per Natale...

questo è un altro :)
Nathan McCann è un uomo mite, senza figli, con un’esistenza lineare e monotona. Finché una mattina all’alba, durante una battuta di caccia, trova un neonato abbandonato. Il piccolo è avvolto in un maglione, indossa un cappellino lavorato a maglia e, incredibilmente, è ancora vivo. Di colpo nell’esistenza grigia di Nathan si accende una luce, il vuoto che da anni lo accompagna potrebbe forse colmarsi. La moglie non riesce a credere che Nathan voglia adottare questo piccolo sconosciuto, cerca di opporsi, ma non ce ne sarà bisogno: la nonna del neonato viene rintracciata e il sogno di Nathan si infrange. Dovrà limitarsi a seguire la crescita del piccolo Nat da lontano.Quindici anni dopo, Nathan è rimasto vedovo. Un giorno davanti alla porta di casa si ritrova un Nat adolescente. Il ragazzo è diventato un piccolo teppista, aggressivo e arrogante, e la nonna non riesce più a gestirlo.Inizia qui la storia di Nathan e Nat, una storia di scontri e incontri, di incomprensione e perdono, di bugie e illuminanti verità. La storia di una grande amicizia fra due uomini di generazioni diverse, un’amicizia più forte del più forte legame biologico.

 il romantic suspense di cui vi parlavo :)
#BoneSecretsSERIE Nove studentesse della Oregon State University vengono uccise da un killer feroce e scaltro. Lacey Campbell gli sfugge per miracolo ma perde l’amica più intima il cui corpo non viene mai ritrovato. Lacey, che ha visto il killer in azione, aiuta a riconoscerlo e a farlo rinchiudere in prigione.Undici anni dopo, Lacey è diventata un’odontoiatra che analizza dentature e ossa per conto dell’ufficio di medicina legale. Quando, da uno scheletro rinvenuto nella proprietà dell’ex poliziotto Jack Harper, identifica la sua amica del cuore, rimane sconvolta. Jack e Lacey capiscono che la nuova ondata di omicidi prende di mira i protagonisti del processo di dieci anni prima, implacabilmente uccisi uno dopo l’altro. Tutti gli indizi convergono sul killer delle studentesse. Ma lui è morto da tempo. Chi è allora il nuovo assassino? E sarà Lacey, nonostante la protezione di Jack, la prossima a morire?Kendra Elliot, in questo avvincente thriller in cui nulla è come appare unisce fredda tensione a bollente sensualità, in una storia incalzante che rivela le sue approfondite conoscenze medico-legali e la sua sensibilità per il romantic suspense. 


gnam!
#SERIELeStreghediSavannah Savannah è considerata un gioiello del Sud degli Stati Uniti, una città piena di bellezze, segnata da un passato ricco e non privo di stravaganze. Alcuni potrebbero anche dire che ha qualcosa di magico... Ma, ai non iniziati, Savannah mostra solo il suo lato positivo e i suoi modi gentili. Chi la conosce bene, però, sa che dietro lo sfarzo coloniale e il fascino da piccola città c’è un mondo in cui si tratta con rispetto la stregoneria, si teme l’Hoodoo e gli spiriti restano intrappolati sulla terra.Mercy Taylor ha fin troppa dimestichezza con il lato soprannaturale di Savannah, visto che fa parte della più potente famiglia di streghe del Sud. Tuttavia, lei è nata senza poteri... Cresciuta senza poter praticare la magia, all’ombra della carismatica e dotatissima sorella gemella, Mercy è sempre stata comunque soddisfatta della propria vita. Ma quando una serie di avvenimenti, che culminano con la morte della matriarca dei Taylor, scava un vuoto nelle fondamenta mistiche di Savannah, si trova catapultata in un mistero che potrebbe distruggere la sua famiglia... e liberare forze oscure che le streghe Taylor hanno tenuto a bada per generazioni. Con La barriera, il primo libro della serie Le streghe di Savannah, J.D. Horn intreccia magia, storie d’amore e di tradimento in un fantasy affascinante, di ambientazione contemporanea dalle tinte Southern Gothic.

Dopo aver devastato l’Europa, la seconda guerra mondiale minaccia di incendiare la Gran Bretagna. Nel sonnolento paesino inglese di Crowmarsh Priors la vita non è più quella di sempre: le case del villaggio ospitano gli sfollati da Londra, le incursioni aeree diventano un lugubre appuntamento notturno, la morsa del razionamento mette a dura prova ogni parvenza di dignità, mentre sempre più uomini partono per morire al fronte. E cinque giovani donne si legano in un’amicizia tanto profonda da travolgere la vita di ognuna.Alice Osbourne è la figlia giudiziosa del defunto vicario, Evangeline Fontaine una ragazza americana del profondo sud, Elsie Pigeon è fra i poveri di Londra che vedono nell’evacuazione l’opportunità per scampare a una vita di stenti, Tanni Zayman è una giovane ebrea in fuga dagli orrori d’Europa e Frances Falconleigh un’intraprendente debuttante con un padre deciso a segregarla in campagna, a distanza di sicurezza dalle tentazioni mondane.Intorno alle cinque ragazze, così diverse e provenienti da mondi apparentemente lontani tra loro, la guerra e le privazioni si fanno sempre più aspre, ma le avversità che potrebbero distruggere le loro vite finiscono per unirle indissolubilmente. Sostenendosi a vicenda per sconfiggere nemici spaventosi – la fame, le bombe, l’incubo di un’invasione nazista, un infame traditore – troveranno la forza interiore per aiutare se stesse e i loro amici.Quando, cinquant’anni più tardi, quattro di loro torneranno a Crowmarsh Priors per celebrare la Giornata della Vittoria ripresa in diretta televisiva nazionale, le telecamere renderanno pubblica la storia delle anziane signore che furono spose di guerra in un’epoca lontana. Ma la missione delle quattro amiche non è commemorare né ricordare: le spose di guerra sono tornate per vendicare la quinta amica che non può più essere con loro. 
anche questo sembra un bel bocconcino :)

Quando Andrew Sumner incontra la bella e indomita Charlie, pensa che finalmente le cose stiano cominciando a girare per il verso giusto per lui.La loro è una relazione intensa e passionale, ma presto Andrew inizia a chiedersi se per caso non stia perdendo la lucidità. Alcune cose spariscono dal suo appartamento. Ha la sensazione che qualcuno lo stia seguendo. E quando la sfortuna e la tragedia colpiscono i suoi amici e i suoi cari, Andrew è costretto ad affrontare un’inquietante verità...Charlie è la ragazza dei suoi sogni o il suo peggiore incubo?Con Lei che ama solo me Mark Edwards ci regala un’avvincente storia di gelosia, ossessione e morte.

Da vent’anni Tracy Crosswhite cerca di scoprire chi abbia veramente rapito e ucciso Sarah, l'adorata sorella minore. Non è mai stata convinta che il colpevole fosse Edmund House, lo stupratore finito in carcere per l’omicidio.
Tracy, diventata detective della Squadra Omicidi di Seattle, dedica la propria vita a dare la caccia agli assassini e quando i resti di Sarah vengono scoperti nei pressi della cittadina in cui sono cresciute, sui monti Cascade nello Stato di Washington, capisce che quella è l'ultima occasione per trovare risposta alle sue angoscianti domande. E nella vertiginosa ricerca del vero colpevole, farà riemergere oscuri e minacciosi segreti sepolti da tempo che cambieranno per sempre la sua relazione con il passato, con la sua famiglia e con la sua stessa vita. Ma al termine di una ininterrotta sequenza di colpi di scena, davanti a lei si spalancherà la porta su un destino di morte. O di amore.

Li comprerei tutti! Voi che mi dite? C'è qualche titolo che vi ha catturati? Baci.

giovedì 29 ottobre 2015

WWW...WEDNESDAYS # 2

Buon giovedì amici lettori e amiche lettrici, siccome la settimana scorsa ho finalmente finito di leggere un libro che mi è piaciuto parecchio, ho deciso di scrivere una nuova puntata della rubrica WWW...WEDNESDAYS (creata da MizB del blog ShouldBeReading). E' da un po' che manca qui sul blog. In realtà dovrei continuare la mia lettura del Decameron di Giovanni Boccaccio per il corso di Letteratura Italiana ma una breve pausa non ha mai fatto male a nessuno ;) Per di più ho anche qualche acquistino da mostrarvi. Bando alle ciance. Iniziamo!

COSA STAI LEGGENDO? I resti di Billy di Jamie Fessenden (Triskell Edizioni). Di genere mm. Sono ancora ai primi capitoli ma posso già dirvi che lo stile dell'autore mi piace parecchio. Spiccio e diretto. Ho avuto qualche problemino a comprendere l'abitudine di uno dei protagonisti di girare culo all'aria per la sua proprietà ma, per adesso, mi sta prendendo molto. L'autore tratta un argomento difficile, l'abuso infantile, ma, almeno da quanto emerge dalle premesse al libro, con cognizione di causa. Insomma, vedremo come va la lettura.

COSA HAI APPENA FINITO DI LEGGERE? Ghost di Richard Matheson  (Fanucci). Per leggere le mie impressioni al riguardo vi rimando alla recensione che ho pubblicato qualche giorno fa. Vi anticipo soltanto che potrebbe essere una lettura adatta alla sera del 31 ottobre.

COSA HAI APPENA COMPRATO/SCAMBIATO? Dopo aver ascoltato la recensione di Leda (Le Pagine di Leda) del libro La strada di Cormac McCarthy (Einaudi), complice lo sconto del 20% all'IBS, non ho resistito e ho deciso di comprarlo. Su Amazon, avendo un po' di liquidi sulla Postepay grazie alla vendita di qualche libro su CVL, ho comprato I resti di Billy di Jamie Fessenden (Triskell Edizioni). Infine, in libreria, scontato del 15% perchè nuova uscita alla Feltrinelli, ho presto un libro che attendevo da un bel po', finalmente tradotto in italiano (con un titolo orribile ma poco importa), Svegliami quando tutto sarà finito di Robyn Schneider (Fabbri). Su Bookmooch ho scambiato Camera con vista di E.M. Foster che spero di leggere presto.


Ecco qua il mio recap delle scorse settimane. Voi che mi dite?
Avete fatto qualche lettura interessante? Baci.

martedì 27 ottobre 2015

[FOCUS ON] HERCULES. LA LEGGENDA HA INIZIO

Buon martedì amici lettori e amiche lettrici, ultimamente sono riuscita a vedere pochissimi film al Cinema e ancora meno su Sky Cinema. Qualche sera fa sono riuscita a ritagliarmi due ore sul divano per vedere HERCULES. LA LEGGENDA HA INIZIO, un film del 2014 con Kellan Lutz (Emmett nei film della Twilight Saga) che avevo salvato sul decoder da una settimana. Ho deciso quindi di parlarvene in un FOCUS ON. Siccome di locandine in italiano non c'è verso di trovarne, eccovi a destra quella inglese dalla quale emerge già da subito la qualità principale del film:tanti cosciotti di pollo in bella vista! Urrà. 
---------------------------------------------
Come evidenzia il titolo stesso, La leggenda di Hercules, racconta la storia leggendaria del semidio dal dal suo divino concepimento fino alla realizzazione del suo destino, mettere fine al regno tirannico di Anfitrione di Tirinto, con qualche piccola modifica rispetto alla leggenda tradizionale. La versione del mito narrata nel fim lo dice figlio di Zeus e Alcmena, moglie di Anfitrione. Hercules cresce ignaro della propria duplice natura ma riesce comunque a distinguersi dal fratello, Ificle, inetto e tremendamente geloso delle conquiste del primo, non ultima il cuore di Ebe, principessa di Creta. Renny Harlin è il regista di questa versione cinematografica del mito di Herlcules che, per l'effetto visivo che produce, prende spunto da 300.  Avete presente quel filtro della telecamera che dona un'aura dorata agli attori? Proprio quello. Il film è carino ma pieno zeppo di frasi a effetto. Inoltre ho trovato troppo semplificato un mito così complesso come l'intricata rete di storie che vedono protagonista Hercules anche se qui vi se ne tratta solo l'inizio. Sicuramente si tratta di un film che non richiede troppa concentrazione, la storyline è estremamente lineare e semplice e non richiede grossi sforzi allo spettatore. E' meramente un film di intrattenimento e per tale qualità può essere apprezzato. Detto ciò, rimango assolutamente fedele al cartone della Disney, con meno cosciotti all'aria è vero, ma così carino.

Tre stelline.

Voi lo avete visto? Cosa ne pensate?

domenica 25 ottobre 2015

Recensione|GHOST di RICHARD MATHESON (Fanucci)

Buongiorno amici lettori e amiche lettrici, il maledetto blocco del lettore che mi tormenta da aprile (uff) sembra essersi annoiano di tediarmi. Credo di aver ritrovato il mio nuovo ritmo di lettura e proprio in queste settimane ho iniziato e finito di leggere un libro che mi ha stupita (positivamente), GHOST. Richard Matheson è un autore molto apprezzato nella letteratutra fantastica contemporanea e conosciuto per le trasposizioni cinematografiche che alcuni dei suoi libri hanno ispirato. Non ultima Io sono leggenda con Will Smith. Un film che non ha mancato di inquietarmi profondamente. Specialmente la scena della capocciata sulla vetrata (chi ha visto il film capirà sicuramente quale). Brrr. Stamattina sono riuscita a trovare un po' di tempo da dedicare al blog e a questo mystery. Credo che da qui in avanti sarà un po' sempre così. Ruberò momenti alle mie giornate e mi dedicherò al blog. Iniziamo?

A due passi da New York esiste una località chiamata Logan Beach. D'estate è una frequentata stazione di villeggiatura, ma d'inverno ha un'atmosfera un po' da vecchia America vittoriana, angosciosa e rarefatta: un litorale battuto dal vento e dalla pioggia, una grande casa in cima a una scogliera, una villetta sulla sabbia e il resto del mondo lontano come non mai. Proprio qui, e proprio in un inverno più inclemente del solito, si rifugiano David ed Ellen, una matura coppia di coniugi, con la speranza di ricucire in qualche modo il loro rapporto in crisi da tempo, lontani dall'assolata California e da una storia di infedeltà che Ellen non riesce a perdonare. Ma l'insidia è dietro l'angolo, nella persona di una enigmatica e bellissima ragazza che compare all'improvviso dal nulla e che pian piano si insinua nella vita di David fino a sconvolgerla, facendo leva sulle sue debolezze. Chi è Marianna? Da dove viene? E, soprattutto, cosa vuole? David dovrà affrontare e sconfiggere i propri demoni, anche quelli più inconfessati: in ballo non c'è più soltanto il suo matrimonio, ma la sua sanità mentale e la sua stessa vita. 

RECENSIONE:

Ghost inizia ex abrupto, zenza tanti preamboli, un gelido giovedì mattina a Logan Beach, località di villeggiatura a poca distanza da NY. Ciò che scopriamo pian pianino lungo il corso della narrazione è che Ellen e David sono stati tanto intrepidi da recarvisi non in estate ma in inverno per raccomodare una crepa nella loro vita matrimoniale, creatasi a causa di un tradimento ancora doloroso. Perchè scegliere proprio Logan Beach? Perchè venti anni prima è stato proprio quello il luogo della loro luna di miele. La casa in cui avevano soggiornato in quell'occasione è purtroppo stata spazzata via da un uragano, proprio come la fiducia di Ellen nei confronti di David, quindi decidono di soggiornare in una villetta che si affaccia sulla spiaggia. Una villetta dalle atmosfere cupe e inquietanti. Gelida. Ed è proprio nello studio di questa che a David, colui che ci narra la storia (anche Matheson sceglie di usare la terza persona), compare l'evanescente figura di Marianna. Una giovane donna turbolenta e possessiva che lo attrae e inspiegabilmente esercita una grande influenza sull'uomo, trascinandolo in una strana relazione,ossessiva e angosciosa, e in un nuovo tradimento. Il ritmo della narrazione è teso e Richiard Matheson riesce a equilibrare abilmente le parti dialogate a quelle più prettamente spicologiche. Ammetto che, nonostante non ami molto i libri in cui è dedicato troppo spazio all'introspezione e alla descrizione dei moti psicologici dell'animo dei protagonisti, ho trovato Ghost una lettura molto piacevole, in cui l'elemento psicologico è ben amalgamato e dosato nonchè indispensabile per apprezzare e comprendere appieno la storia. Vedrete, questa storia saprà affascinarvi e tenervi incollati alle sue pagine. Un piccolo appunto va indubbiamente alla scelta del titolo italiano, a dir poco spoileroso. Rompe un po' la magia della scoperta finale e rende una storia costruita abilmente, a conti fatti un po' prevedibile. Voglio dire, perchè non mantenere l'originale se non se ne vuol fare una traduzione ma una sostituzione con un'altra parola inglese? Hearthbound  (lett. "ancora legato alla vita")è molto più azzeccato visti i risvolti della trama e il comportamento di uno dei protagonisti. L'epilogo è rivelatore ringuardo al significato che l'intera storia potrebbe aver avuto nella mente dell'autore. Ghost mette a confronto due diversi tipi dI amore: l'amore carnale e terreno con quello invece che più che come unione di corpi si realizza come unione di anime e menti. 
"L'uomo aveva un corpo per diritto di nascita, ma anche una mente con cui controllare quel corpo e trascenderlo. Con la mente l'uomo poteva fare del rapporto con una donna qualcosa di magnifico. L'unione delle loro menti (e delle loro anime, forse) er ainfinitamente più importante dell'unione dei loro corpi. Il loro rapporto fisico doveva in realtà essere una manifestazione nella carne del loro rapporto più elevato...un'espressione del loro amore"-CIT. GHOST
L'epilogo, oltre a portare con se il possibile significato dell'intera storia e delle relazioni che vi si intrecciano, rivela il suo finale agrodolce. Un libro molto bello che consiglio a tutti gli amanti della tensione e della suspense, nonchè a coloro che apprezzano le storie misteriose e più in generale il mistero.

STELLINE: ★★★

Che mi dite? Vi ho incuriositi almeno un po'? Avete già letto Ghost?

mercoledì 7 ottobre 2015

ANTEPRIMA|La fonte magica di Natalie Babbitt (Rizzoli)

Buon pomeriggio amici lettori e amiche lettrici, ultimamente le anteprime sono scarseggiate sul mio blog. Vi avevo detto che sporadicamente ne avrei realizzata qualcuna e così, eccomi qua. Questa proprio non potevo non segnalarvela,mi offre l'occasione di parlarvi di uno dei miei film preferiti che non sono mai riuscita a recuperare in dvd ma che, per la vicenda che racconta, mi ha sempre affascinata molto. Non sapevo che fosse stato tratto da un libro fino a che non sono venuta a sapere della nuova edizione speciale (il libro contiene un'intervista all'autrice), uscita il 1 ottobre per la Rizzoli, de LA FONTE MAGICA di NATALIE BABBITT. Non vedo l'ora di recuperarlo in libreria oppure online.
PAGINE: 151
PREZZO: 12,00
In un torrido pomeriggio, spinta dalla solitudine e dalla noia. Winnie scappa di casa, si addentra nel bosco e sorprende un ragazzo bellissimo che si disseta a una fonte. È l'inizio di un avventura che le trasformerà la vita, di un legame profondo ma anche di un grosso guaio: Winnie non sa ancora che quella fonte porta con sé un segreto inquietante, e che il suo nuovo amico è prigioniero di un incantesimo straordinario e terribile... 

TUCK EVERLASTING-VIVERE PER SEMPRE è un film del 2002 diretto da Jay Russell. Non è il primo film tratto da questa storia ammantata di magia, nel 1981 infatti già un'altra trasposizione cinematografica aveva tentato l'impresa di rendere su pellicola le atmosfere della storia. Io ho visto solo il film più recente, con Alexis Bledel nei panni di Winnie e Jonathan Jackson nei panni di Jesse Tuck
"Winnie Foster, io ti amerò finché avrò vita"
Queste parole assumono tutto un altro significato quando a pronunciarle è un essere immortale anche se, in fondo non cambia niente, l'amore è comunque per sempre. Anche se le nostre vite sono brevi. E' un po' come la materia, che non si crea nè si distrugge ma si trasforma in altro. Persiste anche dopo la morte. Durante la visione del film puntualmente vengo attanagliata da un tripudio di emozioni e sempre sorge in me una domanda: è così desiderabile vivere per sempre? Insomma, ne vale davvero la pena? O forse perderemmo di vista le cose importanti della vita, così intense proprio per la loro fragilità? Vivere per sempre è una maledizione oppure un dono immenso? Voi che ne dite?Vi consiglio caldamente la visione del film. Specialmente ai cuori romantici. Cuori che non mancheranno di lacrimare per tutta la durata del film. 

Vi ho incuriositi almeno un po'? Baci.

sabato 3 ottobre 2015

In My Maiℓ box: fra giri in libreria e ordini su Amazℴn # 68

Buondì amici lettori e amiche lettrici, non avendo più pubblicato post riguardanti la WWW da settimane (due per la precisione) non ho avuto ancora occasione di mostrarvi i libri che ho comprato in questo lasso di tempo. Ho commesso uno sgarro alla regola di acquistare solo 3/4 libri al mese al massimo, per due romanzi storici le cui trame mi hanno fatta capitolare, che si sono ovviamente aggiunti agli acquisti che dovevo assolutamente fare.
Questo mese dovrei essere più brava anche perchè nella mia lista dei recuperi obbligatori ho scritto solo due titoli (a tal proposito non vedo l'ora di avere fra le mani Le Ombre di J.R. Ward!). Non ho fotografato i libri uno ad uno ma ho preferito raggrupparli in un'unica foto di modo da non far diventare il post troppo lungo.

----------------------------------------------------------------------------


Alla fine di settembre ho ricominciato a frequentare le lezioni all'Uni e voi non sapete quanto il mio essere una studentessa pendolare sia dannoso per il mio portafoglio. Proprio alla Stazione Centrale qualche genio ha pensato bene di piazzare una Feltrinelli grande come una reggia ottocentesca. Potrete ben immaginare cosa faccio io mentre aspetto il treno. Ci girello dentro ovviamente. Non parliamo poi di tutte quei luoghi di tentazione disseminati per il percorso che faccio per raggiungere la stazione *sospira rumorosamente*. Stendiamo un velo pietoso sulla mia capacità di resistenza che sto cercando di implementare (senza molto successo leggerete oggi) tramite la terapia dell'esposizione. 

* Il mese è iniziato con un ORDINE DA AMAZON per colpa di una graziona agendina azzurra con le tartarughine marine (quelle delle Moleskine costano un occhio della testa) costata appena 6€. Per raggiungere il tetto minimo per avere la spedizione gratuita ho "dovuto per forza" *espressione innocente* prendere L'uomo che attraversò il tempo per me di Francesca Borrione (Triskell Edizioni) e Le radici del male di Maurice G. Dantec (Hobby & Word) del quale avevo sentito parlare da Nadia Z. , una youtuber che seguo con molto piacere su youtube. Frascesca Borriore invece mi era stata caldamente consigliata da Lady Eiry. * Girovagando per la Feltrinelli ho preso: Deathdate di Lance Rubin (DeAgostini) scontato del 15% poichè una nuova uscita. La CE aveva dato l'occasione ai lettori di scegliere la copertina del romanzo con la possibilità poi, per i partecipanti, di essere citati nei ringraziamenti. Non potevo non prenderlo! Mentre stavo aspettando il treno invece ho preso due romanzi storici della Beat a 6,90
ciascuno: Amber di Kathleen Winsor e La rilegatrice dei libri proibiti di Belinda Starling. Il primo è un bel mattonazzo ma mi incuriosisce molto. Ne ha parlato anche una youtuber che seguo con molto piacere, Simona de Il salotto di Simona che gestisce anche il blog omonimo e da qualche settimana anche un blog specifico che parla di romanzi storici, La principessa dei libri. Dateci un'occhiata perchè è molto brava. Sempre alla Feltrinelli proprio ieri stavo girovagando fra gli scaffali e i miei occhi si sono appuntati sulla copia cartacea di Cerimonia di morte di J.D. Robb (Time Crime). Era da un po' che l'aspettavo, da quando la Nord aveva interrotto la pubblicazione della serie. Felice sono corsa subito alla cassa. L'ho pagato con il 15% di sconto. * All'Ibs invece mi sono imbattuta (finalmente direi) nella copia cartacea di All'improvviso tu di Lisa Kleypas (Oscar Mondadori) dopo averlo cercato in lungo e in largo. Anche questo l'ho pagato con il 10% di sconto grazie alla tessera Ibs Premium
In fumetteria ho preso i vol. 2 e 3 di Sangue sulla neve di Bisco Hatori (Planet Manga). Infine la Mondadori Electa mi ha gentilmente inviato una copia di Drow di Simon Rowd da recensire. Grazissime! Dalla trama sembra molto interessante ma, come al solito, vi farò sapere meglio una volta letto. 

Il post per fortuna finisce qui. Cosa ne pensate? Quali sono stati i vostri acquisti del mese? Un bacio.

giovedì 1 ottobre 2015

September ℛecap | ℓetture # 2

Buondì amici lettori e amiche lettrici, questo mese sono stata un po' birichina sul fronte letture. Ho letto veramente pochissimo. Mi sono messa in testa di mettermi in pari con la #serieLaConfraternitadelPugnaleNero della mia amata J.R. Ward e lei scrive solo mattonazzi per cui sono riuscita a leggere solo Lover Mine per quanto la riguarda. Durante settembre ho letto due libri e due racconti.
Per fortuna, avendo letto così poco, le delusioni sono state poche e concentrate tutte su una lettura in particolare che mi ha quasi fatto slogare il naso tanto lo stavo storcendo.

----------------------------------------------------------------------------

-ERI COME SEI di ERIN E. KELLER (Triskell Edizioni) è stata una lettura dolcissima, come ogni storia che ho letto dell'autrice, ma non troppo zuccherosa. Posso dire con enorme felicità di aver trovato la mia autrice italiana preferita. Lo stile di scrittura è molto semplice e diretto, trova facilmente la via per il cuore del lettore. Daniel e Alex sono i due protagonisti di Eri come sei. Quando Daniel bussa alla porta di Alex e dei suoi coinquilini in cerca di un alloggio, all'improvviso quest'ultimo torna ad essere il quindicenne grassottello e cieco come una talpa di un decennio prima. Riaffiorano in lui tutte le insicurezze e le ansie del passato.  Tutti quei dubbi che era riuscito a seppellire dentro di sè. All'improvviso la propria gabbia di false sicurezze inizia a vacillare sotto lo sguardo di Daniel. Eri come sei è la storia di Alex che impara a non negare se stesso e quella di Daniel che lo aiuta a ritrovarsi. Consigliatissimo. Cinque stelline.
 
-UN NUOVO CHANCE di IYANA JENNA(Triskell Edizioni) invece è stata la lettura più brutta del mese di settembre. E' un racconto di pochissime pagine e l'ho trovato una continua sequela di pippe mentali. Senza offesa per chi invece lo ha apprezzato ma ho trovato i protagonisti di questo racconto completamente incoerenti e la personificazione dell'Ottusità. Se avete letto il libro capirete cosa intendo. Se dovessi utilizzare due aggettivi per descrivere la trama utilizzerei "incoerente" e "inconcludente".Non mi è piaciuto per niente. Una stellina-ina-ina. 

-LIKE & SUBSCRIBE di JAY BELL (Triskell Edizioni). Letteralmente adorato. Pur non amando il racconto come forma letteraria, soprattutto per la sua brevità che purtroppo talvolta porta lo scrittore a non andare molto a fondo nella descrizione del mondo narrativo e dei personaggi che lo popolano , ho apprezzato tantissimo Like & Subscribe. La caratterizzazione dei protagonisti non è solo accennata ma ben definita. La scena iniziale divertente. Una scena in cui ogni Fangirl (o fanboy) può tranquillamente riconoscersi. Insomma chi non si è mai ritrovato a baciare il poster a grandezza naturale di Orlando Bloom? Io no di certo! *tossicchia imbarazzata* Chi non ha mai sognato di sposare George Clooney? Richard Gere? Non è una storia banale e scontata. Il racconto gioca molto sul dualismo apparenza/realtà e virtuale/reale. Possiamo realmente innamorarci di un idolo? Oppure questa è solo infatuazione? Le persone sono realmente come si mostrano? Oppure quello che mostrano alle telecamere è solo un'immagine costruita ad arte? Jay Bell poi ci racconta la storia con uno stile leggero, semplice. Privo di inutili riflessioni argirigogolate che solitamente accompagnano i patemi mentali. È cristallino e diretto. Adorabile. Quattro stelline. P.S. E' un racconto gratuito scaricabile dal sito della casa editrice (qui).

-LOVER MINE di J.R.WARD (Euroclub). Per finire finalmente ho ricominciato a leggere la #SerieLaConfraternitadelPugnaleNero. Lover Mine è incentrato su Xhex e John. In realtà mi mancano ancora le ultime 90 pagine però dai, contiamola come lettura del mese di settembre. Sono andata un po' a rilento perchè a) non ho avuto molto tempo libero, b) lo stile della Ward è denso, colmo di dettagli e di conseguenza la storia (almeno per quanto concerne il caso mio) non va alla velocità della luce. Soddisfa ben benino il mio animo da fangirl però, io sbavo per i Fratelli. Li adoro. E i dettagli sono ben accetti. Voglio dedicare a questo libro una recensione quindi non ve ne parlerò  in questo post. Stay tuned! A proposito della copertina scelta dalla Mondolibri. Xhex con le unghie fatte??? Ma non è mica una squinzia pronta a laccarsi gli artigliozzi per il suo bello, eh!?

Voi che mi dite? Cosa avete letto in questo mese? Un bacio.

lunedì 28 settembre 2015

INSIDE OUT|Book Tag + FOCUS ON

Buon pomeriggio amici lettori e amiche lettrici, finalmente dopo secoli sono riuscita a tornare al cinema e, spinta dalle molte lodi che sono state fatte al nuovo cartone della Pixar, ho deciso di dirigere la mia scelta su INSIDE OUT. Oggi quindi voglio parlarvene in un nuovo Focus On e, visto che Kristina Horner ne ha tratto anche un tag, ho deciso di unire l'utile al dilettevole e di proporvi anche questo.

-----------------------------------------------

GIOIA: Quale libro ti rende gioioso? 

Non un solo libro ma l'intera #SerieILoveShopping di Sophie Kinsella. Becky Bloomwood è la mia controparte letteraria. L'unica differenza è che io acquisto libri e lei scarpe.  Ogni volta che leggo di lei me la faccio addosso dalle risate. E' una piccola combinaguai.

DISGUSTO: Quale libro ti disgusta di più? 

Disgusto non è una parola che mi piace posizionare accanto al titolo di un libro. Il dilemma dell'onnivoro di Michael Polland però mi ha fatto desiderare ardentemente di non mangiare più carne in vita mia. Poveri manzi.

PAURA: Quale libro ti ha terrorizzato di più? 

Senza ombra d dubbio Misery di Stephen King. E' pazzesco. King è pazzesco. Riesce a agguantarti le viscere e torcertele ben bene senza doverti sfiorare. Scrivendo.

TRISTEZZA: Quale libro ti ha fatto piangere di più? 

I passi dell'amore di Nicholas Sparks. Lo ammetto, le sue storie spesso mi sembrano tutte uguali però a questa sono affezionatissima. Il mio amore per questo libro nasce dala visione de film (di solito è viceversa). E' tristissimo.

RABBIA: Quale libro ti ha fatto arrabbiare di più?

Luci e Ombre di Madelein Urban e Abigail Roux è il libro che della #SerieArmieBagagli mi ha fatta infuriare di più. Vi dico solo un nome: Ty. Brutto stronzetto.

FOCUS ON:  Inside Out è l'ultimo lungometraggio Pixar, osannato praticamente da tutti. Andrò controcorrente ma non l'ho trovato questo granché. Ho trovato l'idea carina ma non originalissima infatti già da un po' per il web girano cortometraggi in cui si immaginano piccoli esseri in azione nel nostro centro di comando, il cervello. Per non parlare di esempi già noti e di vecchia data. Vi ricorda qualcosa la canzoncina "esplorando il corpo umano, quante cose puoi imparare, cuore muscoli e polmoni..."? È la sigla del cartone animato Esplorando il corpo umano. Sinceramente a fine visione ne sono rimasta un po' delusa. "Tutto qui?" mi sono chiesta. Un paio di scene sono state esilaranti e Tristezza è adorabile e soprattutto doppiata benissimo ma non c'è niente di eccezionale in Inside Out. E' nella norma. Caruccio. La prima parte, quella che spiega come si forma la personalità e i ricordi base, è molto interessante. Ciò che invece ho trovato veramente bello e emozionante è il cortometraggio iniziale, Lava. Le voci di Giovanni Caccamo e Malika Ayane sono strepitose. La canzoncina del vulcano innamorato carinissima e orecchiabile. Ascoltata in inglese acquisisce tutto un nuovo senso. Vi entrerà nelle orecchie e non ve ne libererete più. È una storia dolcissima.

VOTO: tre stelline

Voi che mi dite? Siete andati a vederlo al Cinema? Che ne pensate?Baci.

venerdì 11 settembre 2015

WWW # 1

Buondì amici lettori e amiche lettrici, vi avevo detto che avrei cambiato un po' il format delle rubriche fisse sul blog. Oggi inauguro la WWW (ideata da MizB del blog ShouldBeReading) leggermente mutata. Ho cambiato l'ultima domanda, quella che chiedeva al lettore cosa avrebbe letto successivamente, dal momento che non so mai cosa potrei leggere dopo una data lettura. Ho lasciato la siglia WWW perchè, se formulate in inglese, le domande iniziano tutte per W.


COSA STAI LEGGENDO? Mi sono riproposta di leggere Dog Crazy di Meg Donohue (Harlequin Mondadori) dopo averne sentito parlare bene da Lucrezia (Il libro che pulsa) e La Sognatrice (canale youtube). Da amante degli animali bramo e temo al contempo la lettura di questo libriccino. Solitamente scanso le letture sugli animali perchè mi scombussolano dal punto di vista emotivo, tuttavia ho trovato particolarmente originali i presupposti di questo libro.

COSA HAI APPENA FINITO DI LEGGERE? Dall'inizio del mese ho letto due ebook, entrambi editi dalla Triskell Edizioni. Eri come sei di Erin E. Keller che ho adorato per il suo stile semplice e la capacità dell'autrice di trasmettere così limpidamente, attraverso di esso, le emozioni dei personaggi che crea. Ve ne parlerò più approfondiramente nel Month Recap. Un nuovo Chance di Iyana Jenna che invece non ho apprezzato per niente. Non credo di aver mai letto una storia più sconclusionata e incorerente nella mia carriera di lettrice. La sagra dell'incomprensione ottusa in appena 50 pagine.


COSA HAI APPENA COMPRATO/SCAMBIATO? Proprio ieri è arrivato il mio ultimo scambio effettuato grazie al sito Soloscambio. Ho dato via due libri che vegetavano da un po' troppo tempo sui miei scaffali e ho ottenuto in scambio: Dog Crazy di Meg Donohue e Darkness and Hope di Angela Volpe (Edizioni Creativa). Sono contentissima e infatti il primo ho già iniziato a leggerlo.


Ed ecco qua la nuova/vecchia rubrica un po' modificata. Fatemi sapere se vi piace e, se volete, anche le vostre risposte giù nei commenti. Leggo i vostri commenti sempre con grande piacere. Un bacio!

martedì 8 settembre 2015

ℱocus on: STARCROSSED

Buondì amici lettori e amiche lettrici, prima di tornare nuovamente in letargo voglio dedicare un FOCUS ON a una delle #serieTV che ho finito di guardare in questi ultimi giorni. E' di genere teen drama/sci-fi ed è composta da 14 episodi. L'anno di produzione (e unico vista la pronta cancellazione) è il 2014. Negli U.S.A. la messa in onda era su The CW, in Italia su Rai4 inizialmente e poi la Fox su Sky.

---------------------------------------------

Non è uno dei telefilm più originali (a cominciare dal plot) di questo pianeta ma l'ho comunque trovato veramente carino e ho quindi deciso di parlarvene. 
Starcrossed è ambientato in un mondo nel quale gli umani e gli alieni hanno fatto la reciproca "conoscenza". E cosa fa l'umano quando non conosce qualcosa e quindi ne ha paura? Semplice. Lo rinchiude in un ambiente militarizzato così da poterlo tenere sotto controllo. Nella realtà del telefilm di cui vi sto parlando gli Atriani vengono tenuti nel Settore. Questo è ciò che succede agli alieni protagonisti, gli Atriani, che, nel 2014, hanno avuto la sventura di approdare, con la loro naviccella spaziale, in Louisiana. Siamo adesso nel 2024 quando il Governo decide di avviare un programma di integrazione fra le due popolazioni. 7 giovani atriani vengono così invitati a frequentare il Liceo locale. 
La storyline è riccamente infarcita di clichè, ad iniziare dall'amore contrastato e irto di ostacoli che sboccia fra due ragazzi delle popolazioni opposte, Roman e Emery, che oltretutto si conoscono già sin da bambini. L'odio reciproco delle due popolazioni che sfocia addirittura in azioni di terrorismo. Triangoli amorosi a go go. Tuttavia questa serie tv aveva un non so che di carino e adorabile. Certo non ti faceva palpitare il cuore per l'aspettativa ma era di intrattenimento. Insomma, quando ho scoperto della sua cancellazione non ho certo gioito anche perchè il finale lascia una barcata di punti interrogativi che non avranno mai risposta. La narrazione si concentra su quattro dei sette atriani prescelti (Roman, Sophia, Drake e Teri) e sui loro compagni di scuola Emery, Julia, Lukas , Grayson. Inutile dire che la protagonista principale a me sia rimasta sulle scatole con tutte quelle fisime mentali e la predisposizione ad immolarsi come vittima sacrificale ad ogni difficoltà. Ho preferito invece la coppia Drake-Taylor per la quale ho fatto il tifo fino all'ultimo episodio. Diverso dal solito il modo di tratteggiare la figura dell'alieno, in tutto e per tutto uguale all'uomo ad eccezione di segni (pronti ad illuminarsi di un colore blu elettrico a contatto con l'acqua), simili ai tatuaggi, che gli attraversano parti del viso e del corpo. Ha due cuori e due polmoni. Può respirare attraverso la pelle e il suo sangue, unito al Cypher (una pianta), può avere proprietà curative. Inizialmente l'ho seguita in inglese, poi in italiano. Che dirvi, mi ero affezionata ai suoi protagonisti e mi dispiace veramente tanto per la cancellazione. 

Voi che mi dite? Avete seguito anche voi Starcrossed? Un bacione. 

lunedì 7 settembre 2015

August ℛecap: ℓetture # 1

Buon lunedì amici lettori e amiche lettrici, per l'ennesima volta ho deciso di dare una parvenza di organizzazione al mio blog con una serie di "post fissi" che mi impegno solennemente a scrivere ogni mese. Da qui in avanti troverete sul blog 1-RECENSIONI; 2-FOCUS ON ,3-MONTH RECAP e 4-WWW. I primi due li avete in qualche modo già assaggiati, la terza tipologia ve la presento oggi mentre la quarta è una sorta di www...wednesdays mutata che pubblicherò molto probabilmente a casaccio anche se l'idea iniziale era di assegnarla al sabato. Ma ormai saprete che rispettare le scadenze non è il mio forte. Presto vi parlerò anche di come è andata a finire la mia SUMMER READING CHALLENGE.


Nel MONTH RECAP vi scrivo cosa ho combinato-librariamente parlando-nel mese appena trascorso, questo mese vi parlo del mio AGOSTO LETTERARIO. Ho letto 8 storie delle quali 6 sono libri, 2 invece novelle. Partiamo dall'inizio:

-OPPOSITION di JENNIFER L.ARMENTROUT (GIUNTI Y). Finalmente sono riuscita a completare una delle numerose serie che ho all'attivo! La #SerieLux si è caratterizzata di alti e bassi. I miei volumi preferiti sono stati indubbiamente i primi: Obsidian e Onyx. Poi la serie è andata in discesa per quanto riguarda l'ironia e la frizzantezza. E questa direzione ha seguito anche il mio entusiasmo nel leggerla. Lo stile dell'autrice rimane sempre semplice e dunque scorrevole. Cambiano molto le dinamiche della storia. Da velatamente romantiche e simil-action la Armentrout ,mano a mano che prosegue la serie, punta sempre più sulla percentuale romantica della storia facendo così perdere quel non so che di avvincente che inizialmente aveva. Daemon si fa sempre più sdolcinato e le schermaglie amorose sempre meno frequenti. Uffi, io le adoravo! Il POV è doppio: Daemon e Katy. Ciò che più ho apprezzato durante la lettura di Opposition sono i continui rimandi ai volumi precedenti, quasi come se fosse nelle intenzioni dell'autrice chiudere un cerchio iniziato con Obsidian e proseguito poi con le altre avventure. Carino. Tre stelline.

-UN PO' SANTI E UN PO' PECCATORI di MARIE SEXTON (TRISKELL EDIZIONI). Di genere mm. Volevo da tempo leggerlo perchè introduce un argomento di discussione quanto mai attuale al giorno d'oggi. L'omosessualità e la religione. Come "conciliare" questi due poli. E se quello che per la religione del protagonista rappresenta un peccato per esso stesso invece fosse la Salvezza?La storia introduce anche altri argomenti importanti e forti come l'abuso su minori e i disagi che questo provoca nella vita adulta. E' una storia dolcissima e toccante, a mio avviso una delle migliori della Sexton che affronta il mix di situazioni e argomenti forti con semplicità ma non banalmente. Introduce degli spunti di riflessione veramente interessanti e con i quali non posso che concordare. Si legge velocissimamente ma non lascia indifferenti. Cinque stelline. 

-BULLI E PUPE, LUCI E OMBRE di MADELEIN URBAN e ABIGAIL ROUX (DREAMSPINNER PRESS). Ho proseguito con la #SerieArmieBagagli e, ragazzi, che emozioni! Non voglio dirvi niente riguardo alla trama poichè questi sono il terzo e il quarto volume della serie mm. Vi basti sapere che la loro lettura mi ha provocato un'altalena di emozioni. Bellissimi. Quattro e cinque stelline. 

-IL RIBELLE di J.R. WARD (HARLEQUIN MONDADORI). Primo della #TheMoorehouseLegacy, un romance dal gusto delicato di cui vi avevo parlato su Instagram. E' stata una lettura dolcissima in pieno stile Ward. Autrice con la straordinaria capacità di creare protagoniste femminili testarde e dotate di cojones e protagonisti maschili grossi come armadi e teneroni come orsetti di peluches all'occorrenza, delle vere e proprie rocce a cui aggrapparsi. Dalla sua penna escono solo scintille. Spero che la serie venga tradotta per intero in Italia perché la Ward è una di quelle autrici che non riuscirei mai a leggere in inglese. In questo capitolo trovano spazio Nate Walker e Frankie, proprietaria di un'antica magione decrepita e in via di fallimento, trasformata in Residenza per turisti. Quando Chuck, il cuoco, fugge, Nate giunge proprio a pennello con le sue stelle e il suo saccone pieno di coltelli. In questo primo capitolo si gettano le basi per tutte le altre love story che faranno da protagoniste nei volumi seguenti. Infine, come non adorare Grand-Em, la rimbecillita è adorabile nonnina di Frankie. L'ho trovata una storia adorabile e romantica. Molto gradevole e emozionante. Quattro stelline. 

-Per l'Università ho letto due novelle boccacciane/boccaccesche scritte in un fiorentino astruso, del '400, quindi potrete immaginare le relative difficoltà di lettura che ho incontrato pur essendo una fiorentina doc. Lo stile è semplice ma la terminologia affatto. BELFAGOR ARCIDIAVOLO di NICCOLO' MACHIAVELLI e GIACOPPO di LORENZO DE' MEDICI. Strano a dirsi ma con il primo mi sono sbellicata dalle risa. Machiavelli è così pragmatico che sicuramente, fra le due, quella di cui ho afferrato il senso prima è indubbiamente la sua. Anche se ha un difettaccio non da poco: misoginia portami via!

-TIMIDO di JOHN  INMAN (DREAMSPINNER PRESS) invece proprio non mi ha conquistata.  Sinceramente,dalla trama, mi aspettavo tutta un'altra storia. Pedro l'incontinente è adorabile ma il suo ansiogeno padroncino per niente. Oltretutto pare anche incapace di elaborare gli eventi "traumatici".La finzione non ha funzionato bene. Il mondo creato dall'autore è troppo costruito e determinate situazioni veramente irreali. Per non parlare poi che,per quanto una persona possa essere stronza, è veramente crudele farla finire così, specialmente se imparentata con uno dei portagonisti principali.Ho trovato il libro tutto sommato divertente perché in certe situazioni descritte non può non sfuggirvi un sorriso quindi gli ho assegnato due stelline, non di più perché certe particolarità mi hanno fatta storcere il naso. In primis l'innamoramento lampo a cui segue un licenziamento altrettanto lampo. Insomma, la storia è un po' irreale come vi dicevo prima. No no.

Per il mese scorso le mie letture finiscono qui. Avete letto anche voi qualcuno dei libri di cui vi ho parlato? Un bacio.